Gli aiuti agricoli


pensieri Aiuti

Gli aiuti agricoli ci ingrassano e ci ammalano

Le politiche agricole occidentali colpevoli di favorire la sovrapproduzione di alimenti grassi e zuccherati. L’accusa viene dal X Congresso internazionale sull’obesità apertosi il 4 settembre a Sydney. Paul Zimmet, docente all’Università Monash d’Australia, ha rincarato la dose: “Si tratta di un’autentica pandemia insidiosa che si sta propagando nel mondo intero”. Altri studiosi hanno rilevato che il sovra peso porta nelle donne ad un aumento dei casi di depressione. Uno studio australiano condotto su 7.800 donne ha dimostrato che le obese hanno meno ambizione di studiare e sono più insoddisfatte del lavoro e delle loro relazioni sociali. La tendenza all’obesità propria dei paesi ricchi, sta poi trasferendosi anche su quelli emergenti. Le stime parlano di un miliardo di persone vittime già oggi degli eccessi ponderali, tanto che 800 milioni non si cibano ormai più per fame, ma per gola. Ecco allora che il problema delle responsabilità politiche passa in primo piano. Philip James presidente dell’Equipe internazionale di lotta contro l’obesità e consigliere anziano di Tony Blair, dice che troppi soldi sono stati investiti per proteggere i cibi che provocano oggi questi rischi di obesità: olio, grassi, zucchero… Fortunatamente vi sono paesi che cominciano a prendere coscienza del fenomeno, come
la Danimarca che ha vietato i grassi nocivi considerandoli pericolosi per la salute. Gli Stati Uniti hanno condannato la catena McDonald’s a pagare oltre 8 milioni di dollari per non aver ridotto la presenza di grassi nocivi nei suoi prodotti. Il Ghana è perfino riuscito a imporre agli importatori di carne una proporzione limite di grasso.
L’allarme è tale in quanto l’obesità, secondo Ian Caterson preside dell’Università di Sydney, “Va considerata la chiave di volta di tutte le priorità sanitarie in quanto principale fonte di malattie croniche nel mondo”. (foto Maddalena Brumat)

Una risposta a “Gli aiuti agricoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...