Armageddon


pensieri Asteroide

Ore 21 giudizio universale! Pasqua 2036, l’Apocalisse? 

Nelle sale italiane è tornato un film di De Sica padre (Il Giudizio universale, 1961) in cui in una Roma in bianco e nero si aggirava un’auto con altoparlante avvertendo: “Alle 18 giudizio universale!”. Ebbene, il giudizio universale- per chi ci crede- potrebbe arrivare qualche ora più tardi, alle 21,20… tra 30 anni esatti. Quello che i film di fantascienza prevedevano, e che è già accaduto milioni di anni fa, potrebbe verificarsi a breve. L’asteroide Apophis 99942 in orbita attorno al sole come tutti gli altri piccoli corpi rocciosi (in una zona compresa soprattutto fra le orbite di Marte e di Giove), potrebbe schiantarsi sulla Terra nel 2036. Anzi i calcoli si spingono fino ad una data precisa: 13 aprile 2036, che per i cristiani assume anche un significato simbolico: è il giorno di Pasqua. E si sa anche il momento probabile: 21,20 ora di Greenwich. E più o meno, pure dove: in un’area compresa tra l’Arabia e il Giappone, oppure tra il Madagascar e la Nuova Guinea, o in Siberia. Ma secondo altri calcoli colpirebbe l’oceano Pacifico tra la California e le isole Hawai. Se accadesse, difficile dire se non avremo scampo come non ne ebbero i dinosauri dopo gli impatti di due asteroidi con il golfo del Messico e con l’Antartide. Quest’ultimo, scoperto da poco, aveva un diametro di 50 km. Apophis invece appartiene ai piccoli asteroidi (una trentina di quelli noti ha diametro di oltre 200 km). Apophis è grande appena 320 metri, ma in grado comunque di fare gravi danni e non solo a livello locale, dal momento che oscurerebbe per lungo tempo la luce del sole. Lanciato a forte velocità contro il nostro pianeta, per quanto l’attrito con l’atmosfera ne sbriciolerebbe parte della massa (4,6 milioni di tonnellate), finirebbe col sollevare fino alla troposfera polveri e gas, impedendo forse per mesi alla luce solare di filtrare sulla Terra. Le conseguenze si sentirebbero nella sola area dell’impatto? Certamente no, basta vedere gli effetti planetari delle grandi eruzioni vulcaniche o dei maremoti. Si andrebbe verso la catastrofe? Le piante morirebbero, l’anidride carbonica aumenterebbe notevolmente, gran parte della vita scomparirebbe…L’impatto con la superficie terrestre avrebbe la potenza di 65 mila bombe atomiche del tipo di quella di Hiroshima. Non c’è la certezza che si verifichi questo Armageddon (termine usato per indicare l’Apocalisse): soltanto il 13 aprile 2029 quando l’asteroide passerà nel punto più vicino alla Terra (13.000 km) subendo così l’influenza della gravità terrestre, gli scienziati capiranno se “deciderà” di entrare in uno stretto corridoio (Keyhole, ovvero cruna dell’ago) di soli 641 metri, che lo porterebbe nella nostra orbita facendo aumentare di molto la possibilità dello scontro. E siccome non è da escludersi e il tempo di 30 anni non è “biblico”, gli studiosi di tutto il mondo stanno tenendo sotto stretta osservazione questo corpo celeste che ha la forma di una grande patata ruotante su se stessa. Apophis passerà vicino alla Terra nel 2013 e nel 2021, consentendo accurate misurazioni della sua orbita.Come reagire all’”attacco dallo spazio?” Colpire il pianetino deviandone la traiettoria (anche solo di 300 metri)? Non ci sono idee chiare, al punto che è stato indetto un concorso a premi per chi suggerirà l’idea migliore. Può sembrare una boutade, però ci sono 50.000 dollari messi in palio dalla Planetary Society, associazione fondata a Pasadena dall’astronomo Carl Sagan (www.planetary.org/home). Per verificare giorno per giorno la posizione di Apophis, fare copia-incolla: www.corriere.it/openxlink.shtml?http://neo.jpl.nasa.gov/cgi-bin/db_shm?rec=99942 Poi fare partire la simulazione del “giorno per giorno”. E’ interessante vedere la duplice coincidenza delle orbite e assistere all’inseguimento dell’asteroide fino al superamento della Terra nel 2036… o alla sua rovinosa caduta sul nostro pianeta.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...