La classifica dei paesi pacifici


pensieri Pace

Paesi buoni e paesi no – buoni

 

Se non stentiamo a credere che l’Iraq oggi è il paese più violento al mondo, forse non immaginavamo che la Norvegia fosse quello più pacifico. Ce lo dice una statistica stilata dal settimanale britannico Economist, che per preparare questa graduatoria di 121 Stati ha considerato gli indici di crimini violenti, il grado di relazioni con i vicini e il numero dei soldati morti all’estero.

L’Italia risulta al 33° posto, cioè a un quarto della classifica che vede in testa, dopo la Norvegia, Nuova Zelanda, Danimarca, Irlanda, Giappone, Finlandia, Svezia, Canada, Portogallo e Austria.

Alla fine della hit parade ci sono (appena più pacifici dell’Iraq) al 111° posto Uzbekistan, al 112° Angola, poi Costa d’Avorio, Libano, Pakistan, Nigeria, Russia, Israele, Sudan.

Ma dell’attendibilità della classifica viene legittimo dubitare scoprendo che il Regno Unito, pure presente come forza d’invasione in Iraq fin dall’inizio della guerra, risulta abbastanza pacifico (49° posto), più di Stati come Argentina, Bulgaria, Cuba, Cina; e che gli Stati Uniti che hanno scatenato due guerre del Golfo e la maxi operazione Afganistan, sono al 96°, cioè più amanti della pace di Venezuela, India, Sri Lanka e Russia. Forse che la classifica deve rispondere alla logica del politically correct? O forse perché Gran Bretagna e Usa  hanno un buon rapporto con i loro confinanti?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...