Intervento del giudice Gaetano Campo


A grandi passi verso la democrazia senza qualità

Processi brevi? La lunghezza dipende da un groviglio di problemi mai risolti perché è sempre mancata la volontà politica di farlo. Chi parla è Gaetano Campo, giudice in Corte d’Appello a Venezia. La colpa della lentezza dei procedimenti in Italia è dovuta, secondo il magistrato, al troppo lavoro spesso improduttivo dei magistrati, a leggi farraginose e a carenza di mezzi e personale. Fino a un anno fa, solo in ambito civilistico, c’erano 12 tipi di processi per cui per un unico procedimento dovevamo consultare 4 codici civili. Solo per istruire un processo civile sono obbligatorie 5 memorie scritte: e così solo per questa fase iniziale se ne vanno due anni.

Preoccupato per l’imminenza di questa riforma giudiziaria, il giudice Campo parla dell’approssimarsi di una democrazia senza qualità. In Italia siamo in democrazia, ma soltanto perché votiamo, poi ci disinteressiamo della cosa pubblica: quel che succede tra un’elezione e l’altra non è affar nostro. Ma la democrazia è un confronto quotidiano in cui i cittadini hanno diritto di dire la loro. E invece quel che passa è l’idea di una democrazia ridotta a scheletro formale.

A proposito del rapporto magistratura- politica, va detto che diversamente da altri paesi avanzati, in Italia la capacità di emarginare il politico colluso con la mafia è scarsa. Abbiamo una triste peculiarità: intere regioni sotto il controllo dei poteri criminali che condizionano politica e magistratura. Una situazione che grida vendetta. All’estero i politici sospettati di aver rapporti con le organizzazioni criminali vengono allontanati molto prima dell’intervento della magistratura.

Si accusa la magistratura di interferenza nella politica: ma è ovvia nel momento in cui un politico entra in un’inchiesta. Il lavoro del giudice è fare i processi e non cestinarli quando riguardano dei politici. Da noi invece, assistiamo a una forte frizione tra il capo del governo e la magistratura e anche a una forte insofferenza rispetto agli organismi di controllo. La Corte Costituzionale ha il solo compito di verificare se le leggi sono in sintonia con la Costituzione; e questo fa.

Se da un lato il potere protegge se stesso, dall’altro si premura di additare come i veri pericoli sociali, alcuni reati marginali verso cui viene sollecitato il massimo rigore. E’ soprattutto la stampa locale a fomentare le paure dei cittadini; e dalle campagne mediatiche alle prese di posizione politiche il passo è breve, al punto che si crea una giustizia a due velocità: rapida e repressiva con i deboli, del tutto inesistente con i politici.

Eppure, ricorda il magistrato a proposito degli immigrati, si parla poco dello sfruttamento che molti italiani esercitano su di loro, come nel caso di quei braccianti africani che nel padovano erano pagati un euro e mezzo all’ora per lavorare nei campi. Il nostro paese deve accettare le regole europee, anche quelle sull’immigrazione: i respingimenti cozzano con il diritto internazionale e con la materia che prevede il soccorso a chi è in difficoltà.

Spesso, conclude il giudice veneziano, la politica fa passare norme molto generali infiltrandole in leggi diverse e particolari: come nel caso della punibilità per lo spaccio di stupefacenti, inserito nella legge sulle Olimpiadi invernali di Torino.

Annunci

8 risposte a “Intervento del giudice Gaetano Campo

  1. Silvia, se il complimento è per me, grazie! Ma temo non sia per me. Io non tengo conferenze, vi partecipo come ascoltatore. Ciao
    Roberto

    • Dott.re Campo, ci deve aiutare. Non ce l’ha facciamo più. Dr.Silvia lazzarin
      cell. 3407749734 7 ottobre 1996

  2. Il Giudice Gaetano Campo, presso il tribunale di Vicenza, ha portato avanti una causa civile di sfratto dal giugno 2002 (priva di rogito comprovante la proprietà dell’immobile abitativo), poi , gli avvocati BRUNO RUSSELLO DEL FORO DI PADOVA e l’AVVOCATO ALDO GOBBATO DEL FORO DI VICENZA, hanno provveduto a depositare un rogito falso r falsificato di permuta, il quale, da memoria di costituzione non centra nulla, occorreva un rogito di compravendita.
    GLI ATTI SONO PUBBLICATI NEL BLOG TRIBUNALE MEDIATICO CONDANNA AVVOCATI E GIUDICI.
    Il Giudice GAETANO CAMPO non si può lamentare della lunghezza dei processi e malfunzionamento della giustizia: essendo essi stesso complice con gli avvocati i quali andavano subito incriminati dalla PROCURA DELLA REPUBBLICA DI VICENZA e sottoposti a provvedimenti disciplinari.
    Nonostante la falsità degli atti, la causa prosegui fino al 2005 sotto la responsabilità del giudice FRANCESCO LAMAGNA, il quale a tato torto chi aveva ragione.
    l’inghippo della malagiustizia : la legge non è euguale per tutti; i magistrati e/o avvocati si coprono a vicenda su reati commessi durante l’esercizio delle proprie funzioni;
    Per questa ragione la giustiia è lenta!

    • Gentile magistrato Dott.re Campo,
      vorrei sapere se terrà delle conferenze a Padova riguardo la magistratura.
      Ci saranno in futuro dei convegni per gli anziani magistrati?
      Cordialmente
      Dott.ssa Silvia Lazzarin

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...