violenze e stupri


Violenze alle donne, Italia da terzo mondo

Una italiana su 6 ha subito violenza sessuale almeno una volta nella sua vita. Se nel corso della loro esistenza sono almeno 6 milioni 743 mila le donne che tra i 16 e i 70 anni hanno subito violenza fisica o sessuale (il 31,9% delle donne di questa fascia di età) ad aver subito violenze sessuali sono state 5 milioni di donne, ossia una italiana su 6, mentre sono state vittime di violenze fisiche 3 milioni 961 mila donne (una su 10). Circa un milione di donne ha subito stupri o tentativi (una donna su 30). Il 14,3% delle donne ha subito almeno una violenza fisica o sessuale da parte del proprio partner. Lo sostiene l’ISTAT sulla base di un’indagine svolta nel 2006 su un campione telefonico di 25.000 donne.

Se la violenza fisica è più spesso operata dal partner (12%), l’inverso accade per la violenza sessuale praticata nel  20,4% dei casi da terzi. Nel 91,6% dei casi lo stupro non viene denunciato; il 33,9% delle donne che subiscono violenza dal partner non ne parla con nessuno; tace il 24% di quelle che subiscono da altri uomini. Inoltre la maggior parte delle donne che hanno confessato alle intervistatrici dell’ISTAT queste violenze, ha dichiarato di averle subite più volte: la violenza ripetuta avviene nel 67,1% dei casi da parte del partner.

Tra le violenze fisiche rilevate vi sono anche quelle lievi (spinte, strattonamenti, afferramenti, braccia storte, capelli tirati (56,7%). Nell’8,1% dei casi le donne sono state minacciate con pistole o coltelli o fatte oggetto di tentativi di strangolamento, soffocamento e ustione (5,3%).

Violenze sessuali

Se il 79,5% delle intervistate ha ammesso di essere stata toccata sessualmente contro la propria volontà, il 19% ha dichiarato di essere stata forzata a rapporti sessuali, il 14% di aver subito un tentato stupro (14,0%), il 9,6% di essere stata stuprata e il 6,1% è stata costretta a rapporti sessuali degradanti e umilianti.

Il 22,6% delle vittime ha subito violenze solo dal proprio partner, il 56,4% invece solo da altri uomini. I partner sono però responsabili della quota più alta di tutte le forme di violenza fisica rilevate, degli stupri e dei rapporti sessuali. Il 69,7% degli stupri, infatti, è operato dal proprio uomo, il 17,4% di un conoscente. Solo il 6,2% è stato opera di estranei. Gli sconosciuti commettono stupri solo nello 0,9% dei casi e tentati stupri nel 3,6% contro, rispettivamente l’11,4% e il 9,1% dei partner.

L’indagine rileva che l’uomo che svaluta la propria compagna mostra un tasso di violenza del 35,9%; chi si ubriaca diventa violento con la sua compagna e l’ubriaco quotidiano presenta una violenza del 38,6%.

Tale padre tale figlio

Il 30% degli uomini i cui padri picchiavano le proprie mogli o che erano stati maltrattati dai loro genitori, manifestano violenza in famiglia. Sono violenti con la loro partner il 30% degli uomini che hanno assistito a violenze nella famiglia di origine, il 34,8% di quelli che le hanno subite dal padre, il 42,4% tra chi le hanno subite dalla madre. Il 62,4% delle italiane vittime di violenze in famiglia ha dichiarato che i figli hanno assistito una o più volte a tali atti.

Solo una donna su 4 considera reato lo stupro subito

Se il 34,5% delle donne ha dichiarato che la violenza subita è stata molto grave e il 21,3% ha creduto di avere la vita in pericolo, solo il 18,2% delle donne considera reato la violenza tra le mura domestiche: per il 44% è qualcosa di sbagliato, per il 36% solo un brutto episodio. Solo il 26,5% delle donne ha considerato un reato lo stupro o il tentato stupro subito.

Le ferite

Durante le violenze il 27,2% delle donne ha subito ferite che nel 24,1% dei casi sono state gravi, tanto da richiedere cure mediche. Il 50% delle donne oggetto di ripetute violenze da parte dei partner, hanno perso fiducia e autostima, il 41,5% ha manifestato disturbi del sonno il 37,4% ansia, il 35,1% depressione, il 18,5% dolori ricorrenti in diverse parti, il 14,3% difficoltà a gestire i figli e il 12,3% desiderio di suicidio e autolesionismo.

Oltre 2 milioni di vittime di Stalking

Sono 2 milioni e 77.000 (il 18,8% del totale) le donne che perseguitate dai partner dopo la fine della storia d’amore. Le forme più frequenti di stalking: nel 68,5% dei casi, il partner cerca di parlare alla sua ex contro la sua volontà, il 57% l’aspettata fuori casa o a scuola o al lavoro, il 55,4% le inviato messaggi, telefonate, e-mail, lettere o regali indesiderati, il 40,8% la pedina o la spia. Se 1 milione 139 mila donne hanno subito solo lo stalking, 937.000 donne (metà delle vittime di violenza fisica o sessuale) hanno subito anche lo stalking da un proprio ex.

Violenza psicologica

Sono 7 milioni 134.000 le donne ad aver subito violenza psicologica, ossia isolamento o tentativo di isolamento (46,7%), controllo (40,7%), violenza economica (30,7%), svalorizzazione (23,8%), intimidazioni (7,8%).

Violenza sulle minorenni

Un milione 400.000 donne hanno subito violenza prima dei 16 anni, pari al 6,6% delle donne tra i 16 e i 70 anni. Gli autori delle violenze sono nel 75,2% dei casi uomini conosciuti.

Chi sono i violentatori?

Nel 63,5% dei casi il violentatore è uno sconosciuto. Nel 24,7% è un conoscente, nel 23,8% un parente, nel 9,7% un amico di famiglia, e nel 5,3% un amico diretto. Tra i parenti gli autori più frequenti sono gli zii. Il 53% delle intervistate ha dichiarato di non aver parlato con nessuno dell’accaduto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...