Faraoni nel fango


Faraoni nel fango

L’ex presidente egiziano Hosni Mubarak non è più agli arresti domiciliari nella sua dorata residenza di Sharm el-Sheikh (in queste foto la Villa 212). Lontano dai lussi, dalle piscine con fontana galleggiante e cuffie per ascoltare la musica anche sott’acqua, Mubarak si trova nell’ospedale militare di Hadaeiq el-Qobba a Il Cairo sotto stretta sorveglianza dopo l’attacco cardiaco che l’aveva colpito durante un interrogatorio. Saputo che i due figli Gamal e Alaa sono finiti nel carcere di Tora sempre nella capitale, Mubarak (82 anni) è stato di nuovo colpito da crisi cardiaca. I figli del dittatore in carica da 29 anni, nelle fasi di trasferimento all’aeroporto dopo un interrogatorio sono stati accolti dalla folla col lancio di pietre e rifiuti contro il blindato che li trasportava; e anche l’accoglienza in carcere è stata pessima da parte degli altri detenuti. La prigione che li detiene viene familiarmente chiamata dagli egiziani La fattoria, in quanto vi vengono rinchiusi i personaggi di spicco. Le accuse per la famiglia Mubarak sono di guadagni illeciti, spreco di fondi pubblici, sabotaggio dell’economia nazionale e soprattutto ispirazione nell’uccisione di 800 manifestanti nei primi giorni di protesta popolare colminati con la caduta del regime: accuse comuni anche a Mubarak e a sua moglie Suzanne. Per le più gravi di queste gli imputati rischiano la condanna a morte.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...