Margherita Hack a Padova


Italia in via di sottosviluppo

Parlamento popolato da mezze calzette

Margherita Hack a ruota libera

Non usa mezzi termini, Margherita Hack, quando parla del governo Berlusconi, ma anche dell’opposizione. E non lo fa tanto dall’alto dei suoi 89 anni portati alla grande o per il fatto di essere un’apprezzata astrofisica (da 13 anni in pensione continua a scrivere libri, ne ha pubblicati una trentina). E’ piuttosto, la sua, la serenità di chi dice quel che pensa e che ancora sente l’importanza di indignarsi di fronte ai soprusi.

Intervistata il 5 luglio dal direttore de Il mattino di Padova Omar Monestier al Pride Village in Fiera a Padova, la Hack inizia dalla ricerca scientifica: Siamo un Paese in via di sottosviluppo; molti giovani capaci han di fronte a sé un destino da precari: o la famiglia li sostiene o i migliori tra loro devono scappare all’estero. Il governo ha una visione miope: spendiamo tanto per far studiare i ragazzi e poi li regaliamo a Francia, Inghilterra, Stati Uniti. E non si tratta solo dei giovani migliori, prendiamo il Nobel Carlo Rubbia. Dove lavora? In Spagna. Non è vero che le nostre Università non preparano: sono buone. E’ l’industria che fa pochissima ricerca preferendo comprare i brevetti all’estero.

Poi sull’ultimo scandalo Berlusconi: Ha inserito nella manovra un codicillo per evitare alla sua Fininvest di pagare a De Benedetti 700 milioni di risarcimento per avergli estorto la Mondadori. Ora l’ha ritirato: per forza, l’avevano preso in castagna!

Energia. Credo sia sbagliato produrre centrali nucleari: come ci si può fidare di questa classe politica che non riesce a gestire i rifiuti di Napoli e ricostruire L’Aquila! Figurarsi dargli in mano delle centrali nucleari. E’ giusto invece studiare la fusione nucleare, come fonte energetica inesauribile e pulita. La fusione riproduce ciò che avviene nel Sole e in tutte le stelle, da pochissima materia si ottiene tanta energia senza rilascio di scorie. Solo che è molto costosa da realizzare, ma secondo Rubbia a metà secolo ci saremo vicini.

Incalzata  sulla politica: Mai avuto un parlamento così pieno di mezze calzette, dal livello culturale molto basso. Non è colpa loro, ma della legge porcata di Calderoli che permette ai partiti di mettere in lista chi vogliono. Possono scegliere se candidare gente valida o fedeli servitori. Nel Pdl più scodinzolano e più posti ottengono. E chi vedrebbe all’opposizione? chiede il giornalista. Vorrei un’opposizione più vivace, dovrebbero avere buon senso e unirsi: da Vendola a Di Pietro. E Bersani? Bersani è nel mezzo. E’ tutto il Pd che fa lo schizzinoso, non capisce che dovrebbero unirsi tutti per levarsi questo cancro che è Berlusconi. Come leader vedrei bene Vendola o la Bindi o la Finocchiaro. La Bindi è molto seria decisa e razionale; la Finocchiaro è preparata ed energica e Vendola è onesto, trascinatore ed entusiasta. Vendola è il più adatto a trascinare.

Sulla TAV: Si dovrebbe cercare di distruggere il meno possibile il paesaggio, correndo paralleli ai binari esistenti, dove si può. I trafori della Bologna-Firenze han distrutto sorgenti idriche facendo perdere molta acqua…In Valsusa vanno capiti quali sono i vantaggi e quali gli svantaggi, bisogna ragionare e non imporre dall’alto.

La professoressa Hack che ha appena ultimato il libro Il mio infinito in cui parla della ricerca scientifica dall’età della pietra all’era spaziale, ora sta scrivendo “Perché sono vegetariana”. Son figlia di vegetariani, un protestante e una cattolica che professavano la teosofia ossia il rispetto di tutte le forme di vita. Penso che se i bambini sapessero quali sofferenze vengono fatte subire agli animali allevati in batteria, non mangerebbero più carne. Si dovrebbe portarli negli allevamenti intensivi e nei macelli. E poi, come ricorda il professor Umberto Veronesi, i popoli che mangiano più carne son quelli che più si ammalano di tumore… Una volta la si mangiava una volta la settimana e io che non ne ho mai mangiata, non è che son venuta su male… Da giovane ero atleta, ho vinto due campionati universitari di salto il lungo e in alto e sono finita terza agli assoluti; a 80 anni ho fatto 100 km in bicicletta, Trieste-Grado e ritorno.

Portata su tematiche sociali, la Hack si ferma sulle coppie di fatto: Etero o omosessuali devono avere gli stessi diritti delle altre coppie e la possibilità di adozione. Un bambino ha bisogno di affetto e di educazione, sia che gli venga da un babbo e una mamma, sia da due babbi o da due mamme. Immigrazione: La politica è vergognosa, riempie le carceri di innocenti, rei di essere clandestini; e i figli dei clandestini, quando sono maggiorenni, devono lasciare l’Italia anche se studiano. Dovremmo ricordarci dei milioni di italiani che sono emigrati, anche dopo la seconda guerra mondiale. Noi che ci dichiariamo un paese cristiano, dovremmo accogliere chi viene qui per avere una vita migliore. Oltretutto ci servono.

Testamento biologico. La vita è mia e se mi diventa insopportabile non voglio l’accanimento terapeutico; e non venitemi a dire che l’alimentazione forzata non lo è. La vita non va imposta con la forza anche a chi per esempio non crede in Dio. Sono inaccettabili limitazioni alla libertà dei cittadini. Chi è credente dev’essere libero di seguire i dettami del suo credo, ma non deve imporli a tutti.

Prima di lasciare i tanti venuti ad ascoltarla e che salutandola si alzano in piedi al termine tributandole un lunghissimo applauso, Margherita Hack parla di cellule staminali. La legge 40 impedisce di usare le staminali. Ebbene proprio all’ospedale Burlo di Trieste, dove vivo, una bambina di 6 mesi che non riusciva a respirare da sola e a muovere gli arti, è stata presa in cura dal dottor Marino Andolina che grazie alle staminali era riuscito a farla respirare e muovere; ma si è messo di mezzo il Comitato bioetico allarmato per l’uso delle cellule. Morale, ha bloccato tutto. La famiglia ha ottenuto da un giudice di Mestre l’autorizzazione a riprendere la sperimentazione, ma il dottor Andolina col suo staff è stato denunciato per associazione a delinquere!

Una risposta a “Margherita Hack a Padova

  1. Hmm is anyone else having problems with the pictures on this blog loading?
    I’m trying to find out if its a problem on my end or if it’s the blog. Any feedback would be greatly appreciated.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...