Bunker dittatoriale


La fine del topo dei dittatori

Il 20 marzo in un messaggio pubblico Gheddafi aveva detto agli occidentali Farete la fine di Hitler. Oggi il sospetto è che, se si trova sottoterra nel bunker di Bab Al Aziziya, la fine di Hitler potrebbe farla lui. Di certo il bunker fatto costruire nel sottosuolo di Tripoli, è molto più sofisticato di quello che il führer aveva fatto preparare sotto la Cancelleria del Terzo Reich a Berlino, dove si uccise il 30 aprile 1945 per non cadere nelle mani dei russi; bunker poi raso al suolo e oggi sostituito da un parcheggio.

E’ indubbiamente più solido e confortevole di quello che Mussolini si era fatto costruire sotto villa Torlonia a Roma; ma certo non compete con i tre bunker di Stalin realizzati a Mosca e Samara: uno sotto lo stadio della capitale, raggiungibile in metrò dal Cremlino; uno nella località di Samara a 1.098 km a sud della capitale (dentro l’Accademia dell’arte e della cultura) e il terzo e più ampio (per 2.000 persone) e antiatomico sempre a Mosca a 60 metri di profondità.

Certo pare sia il destino di alcuni dittatori fare la fine del topo: è capitato a Hitler, pochi anni fa a Saddam Hussein scovato in un buco nel sottosuolo di un villaggio vicino a Tikrit (più che di bunker si trattava di un rifugio tipo quelli in cui si nascondono certi mafiosi latitanti). Forse però, al di là dei tanti proclami alla guerra senza fine, Gheddafi si è già preparato una decorosa via di fuga.

Nelle foto il bunker staliniano di Samara, 12 piani di edifici sotterranei costruiti sotto la piazza del teatro e sotto 12 ambasciate (tra cui quella statunitense). E’ profondo 37 metri: 14 metri sotto terra a Londra proteggevano Churchill, 16 Hitler e Roosevelt. Durante i bombardamenti tedeschi quel bunker poteva ospitare 115 uomini di potere, tuttavia la cittadina fu solo lambita da pochi colpi e Stalin che aveva voluto la riproduzione anche del suo studio moscovita, non ci mise mai piede.

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...