Video cattura Gheddafi


I video della cattura di Gheddafi

Ecco i video, drammatici, della cattura di Mohammar Gheddafi. Il colonnello libico è stato preso vivo mentre si nascondeva in un cunicolo sotto una strada. Sono momenti concitati. Molti dei giovani rivoltosi che lo circondano armati, riprendono il momento storico con i loro cellulari e queste sono alcune di quelle immagini. Nel primo video il colonnello che non è ferito, viene issato a forza su un pick up Toyota e tenta quasi di reagire, ma viene sovrastato. Nei due minuti del secondo video il leader libico appare frastornato, con un braccio vorrebbe allontanare quegli uomini che nella concitazione gli hanno strappato parte della divisa kaki che indossa. L’ex leader sanguina al volto per le percosse e si porta una mano all’occhio sinistro accorgendosi per la prima volta del sangue copioso che scende. Sembra voler dire qualcosa, ma le parole non gli escono. E’ stordito. Intorno si ringrazia Allah. Gli sono tutti addosso e fotografano il trofeo ancora increduli di avere tra le mani il dittatore, il capo dello Stato che hanno sempre visto in tv e nelle parate militari da quando sono nati e i loro padri prima di loro, negli ultimi 40 anni. Mentre qualcuno lo percuote al capo e un altro gli punta alla testa una pistola (senza sparare) intorno continua il crepitio dei mitra. Il terzo video mostra i momenti iniziali della cattura.In rete c’è anche l’intervista a chi ha catturato Gheddafi: mostra l’anello d’oro che il dittatore portava al dito quand’è stato preso e la sua casacca. Il giovane che probabilmente incasserà la taglia per la storica cattura (1,7 milioni di dollari), indica dove il rais è stato colpito dai proiettili. Paradossalmente la taglia sarà incassata da un giovane che ha combattuto il potente dittatore e non dallo stesso Gheddafi che mesi fa ne aveva posta una su Shorouq Rayan, una bambina di soli 7 anni la quale su un palco della Bengasi liberata, parlando del rais l’aveva definito cappellone. In altri video diffusi in rete si vede un ragazzo di 20 anni, Mohamed al Bibi, che impugna un trofeo: la pistola d’oro sottratta al rais, ormai ucciso dai rivoltosi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...