Terra, siamo in 7 miliardi


7 miliardi di terrestri. Auguri!

Attesa per lunedì 31 ottobre 2011 nell’India settentrionale (Stato di Uttar Pradesh) la nascita del terrestre numero 7 miliardi. Lo segnala l’ONU indicando che sette partorienti di quell’area sono state allertate perché a uno dei loro neonati verrà tributata, simbolicamente, una grande festa. Agli albori del Novecento, cent’anni fa, gli abitanti del pianeta erano circa 1 miliardo e 600 milioni. La popolazione, cresciuta pochissimo per migliaia di anni, dal 1700 ha iniziato ad aumentare grazie alle migliorate condizioni di vita.

Ma se nei paesi ricchi la mortalità è inferiore ai 10 per mille e le coppie fanno pochi figli, nei paesi più poveri si hanno alti tassi di mortalità e natalità: in molti Stati dell’America Latina, dell’Africa e dell’Asia la natalità supera il 30 per mille e la vita media non arriva ai 50 anni, inoltre è elevata la mortalità infantile. A fronte di un’Italia vecchia popolata per la gran maggioranza da adulti e anziani, tra i paesi più giovani al mondo c’è il Brasile, dove un brasiliano su quattro ha meno di 15 anni.

In Europa non siamo più lo Stato più vecchio da quando ci ha superato la Germania: 150,2 l’indice di vecchiaia tedesco contro il nostro 143,1. Gli Stati europei più giovani sono l’Irlanda (52,8%), Cipro (74,4%) e Lussemburgo (77,8%). In Italia la regione in cui vive il maggior numero di anziani è la Liguria (indice di vecchiaia 234,6%) davanti a Friuli Venezia Giulia (187,4%) e Toscana (184,1%) mentre le regioni più giovani sono: Campania (96,5%, provincia autonoma di Bolzano (107,7%) e Sicilia (120,2%). (dati Istat 2008)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...