Crisi e cavie umane


Dopo i topi le cavie umane italiane

Il video tratto dalla trasmissione Agorà di Rai 3, racconta il pellegrinaggio di una cavia umana (in questo caso il giornalista Federico Ruffo che ha portato con sè delle microcamere) in una delle tre cliniche svizzere (Canton Ticino) che pagano lautamente per testare nuovi farmaci su individui consenzienti. E’ un lavoro che gli svizzeri non vogliono fare, si vergognano, e quindi lo fanno gli italiani che hanno più bisogno di soldi. La paga è buona: mediamente 1.200 euro per 6 giorni di ricovero. Sono i segni del nostro tempo, che devono far riflettere.  Questi nostri emigranti temporanei, tanti a quanto vede l’inviato, scelgono un lavoro facile e ben pagato, ma mettono a repentaglio la loro salute. Per sopravvivere. Quando i topi non bastano più, arrivano gli esseri umani.

Advertisements

2 risposte a “Crisi e cavie umane

  1. ciao io ho 33 anni e nonostante il video da te girato vorrei provare questa esperienza per bisogno di soldi …….ma che devo fare non riesco a trovare nessun indirizzo che mi porti a tutto questo sono abbastanza disperato e vorrei saperne di più
    grazie ….

    • Ciao Andrea, mi spiace leggere di questa disperazione. Non ho girato io il video, ho solo ripreso la notizia. Il video è del giornalista Federico Ruffo. Direi che puoi chiedere a lui. Se non lo trovi rifatti vivo che vedo se trovo un suo recapito. Un abbraccio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...