Monti-Merkel


Stiamo dando il massimo

L’Europa deve riconoscerlo

Vogliamo una crescita non occasionale, ma basata su una struttura economica sana. Lo ha detto oggi il premier Mario Monti al termine dell’incontro bilaterale Italia-Germania a Berlino. Dopo il plauso al governo italiano che Nel giro di pochissimi giorni ha fatto cose straordinarie, la cancelliera tedesca ha precisato: Fino al 2014 ci sono soldi europei per incrementare la crescita e dobbiamo valutare come spenderli.  

Italia non si aspetta ricompense dall’Europa ma gli italiani, e io con loro, sperano che prima che le buone politiche economiche si trasformino in opportunità concrete, sui mercati finanziari si riducano i tassi di interesse, non più giustificati ora che i mercati hanno fatto sapere di aver apprezzato gli sforzi fatti da noi ha detto Monti.

L’Italia ha compiuto un passo molto importante– ha proseguito la Merkel- Gli Stati dell’eurozona sono uniti e ognuno deve fare la sua parte. Siamo tutti insieme e insieme saremo più ricchi e più forti. Non sarei qui se non ci fosse stata la riunificazione tedesca, ma restituire qualcosa all’Europa come qualcuno chiede, non mi pare appropriato, perché la riunificazione è stata un vantaggio per l’Europa intera. Vorrei un’Europa forte e competitiva. Nel 2000 si prevedeva che saremmo diventati il continente più competitivo del mondo, ma non è stato così. Il 7% degli abitanti del pianeta vive in Europa dove si produce il 20% del totale. Dobbiamo fare i migliori prodotti, ma non siamo tanto innovativi anche per colpa della popolazione che invecchia più che altrove. Dobbiamo essere un continente forte che attira investitori. Dobbiamo vedere chi in Europa fa meglio e orientarci verso quelle esperienze.

Monti: Mercato equità e crescita vanno avanti insieme. Sulle liberalizzazioni degli esercizi commerciali siamo ad esempio più avanti della Germania. Circa la tassa sulle transazioni finanziarie, lo stesso prof. Tobin di cui sono stato allievo, mi disse che tale tassa (la Tobin Tax) è come il mostro di Loch Ness che appare e scompare. Ebbene oggi può essere il momento di utilizzarla. Arrivando io al governo e dopo il dialogo con Germania e Francia, siamo disposti ad appoggiare tale iniziativa se sarà a livello comunitario.

Merkel: Il mio parere sulla Tobin Tax è che in caso di emergenza possiamo anche immaginarla. Ne abbiamo parlato, a livello dei 27 cercheremo di farlo, ma ancora non è scaturito un accordo.

Mario Monti aveva esordito dicendo di aver dettagliatamente comunicato alla sua ospite le misure fin qui adottate dal suo governo e di aspettarsi dall’Europa il riconoscimento dei grandi sforzi fatti dagli italiani e del loro senso di responsabilità. Quello degli italiani che hanno accettato le forti imposizioni di questi giorni è stato un atteggiamento di grande maturità- ha detto- tale da non far più considerare l’Italia come un elemento di possibile infezione dell’Europa, ma al contrario un esempio di partner affidabile accanto a Germania e Francia e altri nella conduzione dell’Unità Europea. Ora serve che venga meno la percezione del rischio Italia da parte dei mercati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...