L’albergo con il cuore


Un albergo per i senzatetto 

Si chiama Hotel Britannia, si trova a Rimini in via Parisano 90, vicino al mare. E’ un 3 stelle. Fa piacere parlarne perché rappresenta Italia che non ha dimenticato di avere un cuore. In questi giorni di emergenza freddo la sua titolare Antonietta Curcio Cimino, sessantenne, ospita a sue spese 85 senzatetto, ragazze madri e famiglie indigenti in tutte le 33 camere disponibili. Vitto e alloggio gratuito per tutti: pernottamento e prima colazione servita ai tavoli. Non è, ovviamente, una trovata pubblicitaria, ma un impegno che l’albergatrice di origine salernitana si è data fin dal 2006 e che rispetta ogni inverno, nei giorni più freddi. A muoverla è stato un sogno in cui suo figlio Osman, morto nel 2003 a 31 anni in un incidente stradale, le disse che lei avrebbe potuto aiutare tanta gente. Sconvolta dalla forza di quelle parole che la svegliarono, uscì nella notte incontrando dei disperati che dormivano fuori al freddo…

Raccontando le prima esperienze, Antonietta ricorda di aver dovuto insistere molto perché gli ospiti, disabituati a tanta attenzione per loro, al mattino facessero colazione a tavola: non credevano ai loro occhi. Un’anziana, quando lasciò l’albergo– racconta- camminava all’indietro continuando a inchinarsi verso di me. 

2 risposte a “L’albergo con il cuore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...