Video scontri Madrid


Il cameriere ferma l’assalto della polizia

Questa di Jasper Juinen/Getty Images è una delle immagini simbolo della protesta popolare contro i tagli del governo spagnolo, culminati la sera del 25 settembre negli scontri nel cuore di Madrid. In primo piano Alberto Casillas, cameriere della Cafeteria Prado, che fa scudo col suo corpo proteggendo dagli assalti della polizia un gruppo di manifestanti rifugiatosi nel suo bar e grida ad altri manifestanti Non lanciate sassi! Se fossero entrati ci sarebbe stato un massacro, spiega ai cronisti, e prosegue: Io sono del PP e ho votato Rajoy, nessuno possa pensare che ho qualche interesse in questa protesta; però il comportamento della polizia è stato eccessivo. Io sono per la legge, ma sopra la legge dev’esserci il sentimento umano. Ho fatto quel che dovevo fare e basta. Ieri ho avuto paura. Sono tempi brutti questi, abbiamo perso i valori e quelli che ci rappresentano sono i primi a non rispettarli. Nel video gli scontri e il gesto disperato di Casillas e la battaglia nelle vie centrali della capitale fino alla stazione centrale di Atocha, con inseguimenti, spari e botte anche ai giovani passeggeri in attesa dei treni.  

Advertisements

3 risposte a “Video scontri Madrid

  1. This is a really good tip especially to those new to the blogosphere.
    Short but very precise information… Thank you for sharing this one.
    A must read post!

  2. E’ inconcepibile l’atteggiamento della polizia spagnola che è del tutto simile a quello dei celerini italiani, ma quando capiranno che lo stipendio che percepiscono lo paghiamo noi cittadini e non quei ladri di politici che difendono? Vanno severamente perseguiti dalla legge quei poliziotti che sfogano le proprie frustazioni in quel modo, anche per salvaguardare tutti quei poliziotti che invece fanno il proprio dovere in modo corretto e con coscienza. Alfredo

    • Ti do perfettamente ragione Alfredo. Sono inaccettabili le violenze, da qualsiasi parte provengano. Loro hanno il difficile compito (nei casi dei più esagitati gli riesce purtroppo bene) di arginare gli assalti. Solo che poi spesso eccedono. Quando avviene credo dipenda dalla loro formazione, dalla loro morale, a volte dalla paura e non tanto dagli ordini impartiti, che potrebbero anche venir disattesi mettendosi ad esempio in seconda fila. Vedendo le immagini di inutili e crudeli pestaggi spesso fatti su persone inermi e disarmate, vien da pensare effettivamente che ci troviamo di fronte allo sfogo di grandi frustrazioni, quando non siamo addirittura di fronte al piacere nel “menare le mani”. Dovrebbero farsi sentire di più i poliziotti corretti e coscienziosi, allontanando da noi cittadini il sospetto che ci sia una generale copertura dei comportamenti violenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...