Ma quali onorevoli?!


Delinquenti in Parlamento. Perché no?

In Parlamento ci può stare anche un condannato con pena definitiva. Perché il popolo non può essere libero di votare chi vuole? Perché in Parlamento dev’esserci solo chi non ha ombre? Il Parlamento dev’essere la rappresentazione del popolo che rappresenta. Perché dovrebbe essere migliore?

Quando ho sentito la dichiarazione in tv (fatta a Report di Raitre il 30 settembre 2012) non credevo alle mie orecchie. Non venivano da un uomo di Cosa Nostra o da un disperato di Poggioreale. Venivano da un senatore della Repubblica Italiana, da un avvocato di fama, da Piero Longo, uno dei legali di Silvio Berlusconi. E io che avevo sempre creduto che quell’aggettivo davanti al nome dei parlamentari dovesse indicare un titolo di onore: onorevole, appunto… Ora apprendo da fonte autorevole (Longo è segretario della 2^ Commissione permanente Giustizia e membro dell’11^ Commissione permanente Lavoro e Previdenza Sociale), che è giusto (magari pure auspicabile, chissà) che tra chi ci rappresenta alla Camera e al Senato ci siano anche delinquenti: cioè ladri, rapinatori, pedofili, stupratori, spacciatori, assassini e serial killer. Perché anche di queste categorie umane è composta la società italiana. Allora perché affannarci ad andare a votare se uno vale l’altro, se è giusto candidare anche i disonesti dando così ai loro parenti e amici l’opportunità di esprimere un voto con piena fiducia?

A pensarci bene, il “paradosso Longo” non è del tutto sbagliato: tra un ladro in doppiopetto che distrae milioni di euro alla collettività (ora va di moda il verbo distrarre perché rubare è eccessivo, indiscreto e da poveracci) e un disgraziato che fa un colpo per sfamare la sua famiglia, mi fiderei più di quest’ultimo.

2 risposte a “Ma quali onorevoli?!

  1. Pingback: Longo senatore ed avvocato di Berlusconi: “Per me può stare in Parlamento anche un condannato definitivo. Il Parlamento dev’essere la rappresentazione mediana del popolo che rappresenta: perché dovrebbe essere migliore?” | Intoccabili·

  2. stiamo toccando il fondo, anzi stiamo brancolando sul fondo, affogando sul fondo dei nostri stessi escrementi!! Viene voglia di non far parte del genere umano, sicuramente non di quello che si identifica con questa feccia!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...