Scioglimento dei ghiacci


Groenlandia. Senza ghiacci trionfa il grande business

Dopo aver colonizzato le terre calde, la Cina si espande ora anche ai confini col Polo Nord. In Groenlandia. Qui lo scioglimento dei ghiacci del mar Glaciale Artico sta mettendo in luce un territorio ricchissimo di ferro; e i cinesi hanno in progetto di inviarci 3.000 operai ad estrarlo per spedirlo nel loro Paese.

La situazione del disgelo è grave: l’hanno constatato gli scienziati americani rilevando quest’estate che dall’abituale 40% del territorio interessato al fenomeno, si è passati al 90% in soli 4 giorni; e sono tati persi 700.000 km quadrati in più rispetto ai dati catastrofici riscontrati nel 2007. Se andrà avanti così le previsioni dell’IPCC (Comitato Intergovernativo per i Cambiamenti Climatici) che indicavano l’oceano Artico sgombro di ghiacci nel 2030, potrebbero avverarsi nel giro di soli 4 anni! Negli ultimi 100 anni al Polo Nord le temperature sono aumentate di 2 gradi, mentre nel resto del pianeta solo di 0,73 e per la prima volta, dal 2007, è possibile attraversare in nave l’oceano Artico (soltanto d’estate).

La Groenlandia è la più grande isola del mondo (2 milioni di kmq), territorio danese autonomo ma controllato ancora dalla Corona danese e popolato da 57.000 abitanti. Quei 57.000 groenlandesi presto si sentiranno isolati tra gli oltre 260.000 stranieri che stanno per invadere l’isola per estrarne le ricchezze del sottosuolo. Il Paese ricoperto (tranne le coste) da una calotta di ghiacci spessa 3 km, si trasformerà presto in una immensa piattaforma estrattiva americana, inglese, olandese e cinese: un enorme arraffa arraffa- risorse.

Gli ultimi ad entrare nel business sono i cinesi che, dopo anni di sondaggi, nell’estate 2012 hanno avviato ricerche minerarie e studi di impatto ambientale, con conseguenti piani di sviluppo di infrastrutture e costruzioni nella capitale Nuuk. E a giorni il governo di Groenlandia deve decidere se consentire o meno l’apertura di una loro miniera di ferro chiamata Isua e posta proprio dove inizia la placca di ghiaccio. Il progetto è di una società con sede a Londra e con capitale cinese; prevede che 3.000 operai cinesi costruiscano in 3 anni miniera e infrastrutture estrattive e abitative, compreso un porto adatto a ricevere i grandi cargo per i collegamenti con la Cina. Ma questa è solo una di oltre cento miniere previste nel Paese, per 4 delle quali si è alla fase di approvazione: estrarranno ferro, oro, alluminio, gas, petrolio e minerali rari. Il progetto di sviluppo risulta molto appetibile sia per la Groenlandia sia per la Danimarca e in qualche modo, benché l’Italia non partecipi, si incrocia con le nostre vicende italiane, sarde in particolare. Una delle imprese che sarà impegnata in Groenlandia è infatti l’americana ALCOA (colosso dell’alluminio) che prevede di far sbarcare sull’isola 61.000 dipendenti, seguita dall’anglo- olandese Shell (petroli) che ne invierà 90.000 e dalla danese Maerk (trasporti navali) con 108.000.

Ovviamente la popolazione locale Inuit (nella foto due giovani donne di questo popolo che vive anche in Canada e Alaska) è contraria a tutto ciò, ma è ovvio aspettarsi che il suo parere conterà meno di zero. Gli Inuit sono preoccupati perché già oggi la popolazione indigena vive male, con un tasso di suicidi tra gli adolescenti che è il triplo rispetto a quello dei cittadini danesi che vivono sull’isola. Il consumo pro capite di alcolici nei maggiori di 14 anni, ricordano i professori Carlos M. Duarte e Núria Marbà del Consejo Superior de Investigaciones Científicas spagnolo e dell’Università delle Baleari, è sceso dai 22 litri annui del 1987 agli attuali 11, ma resta il segno di una grande difficoltà sociale, che probabilmente contagerà anche i nuovi coloni.

Nella lingua locale il nome dell’isola bianca è Kalaalit Nunaat e significa molto semplicemente terra degli uomini. C’è da augurarsi che non si trasformi in terra dell’altrui ricchezza.

Annunci

2 risposte a “Scioglimento dei ghiacci

  1. I feel that is one of the most important
    info for me. And i’m satisfied reading your article. However want to observation on few normal issues, The website style is perfect, the articles is in reality nice : D. Excellent task, cheers

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...