Linguaggio e politica


Perché Scendere in campo è duro a morire

Bisogna dare atto all’on. Silvio Berlusconi (o ai suoi suggeritori esperti di marketing e comunicazione) di aver saputo traslare nel linguaggio della politica e, ahimè, anche in quello del giornalismo tout cour e della stessa politica, una locuzione calcistica, facendola diventare l’unica oggi universalmente usata nell’Italia tutta per esprimere il concetto di entrare in politica. Si potrebbe dire che il giornalismo italiano abbia scelto di appiattirsi su questa locuzione dimenticando che una volta conosceva anche dei validi sinonimi. Si potrebbe pensare che giornalisti e politici siano a corto di parole, tanto si sono buttati a capofitto sul berlusconiano scendere in campo: eppure ne han fatto razzia proprio tutti, ministri e direttori dei giornali. Lo scendere in campo di Berlusconi ha avuto tale successo da aver surclassato altri modi di dire, quali: darsi alla politica, fare politica, entrare nell’agone politico, entrare in lizza, occuparsi della cosa pubblica (o della res publica), ecc ecc…

Ma al calcio il cavaliere di Milano “rubò” anche il popolare slogan Forza Italia! per battezzare il suo primo movimento politico, costringendo i tifosi che non la pensavano come lui a scegliersene altri per incitare la nazionale. Un raro esempio di efficace comunicazione che ha spiazzato gli avversari, giocando “in casa” sul terreno stesso dello sport nazionale che tutto può e che tutto muove in questo Paese in cui si dà anche importanza estrema alle cose più futili.

A distanza di quasi 19 anni da quel primo videomessaggio del 26 gennaio 1994 con cui Berlusconi fece sapere al mondo che intendeva entrare nella politica attiva, quel suo modo di dire non è stato ancora eradicato dal gergo comune: una sorta di sudditanza strisciante, un riconoscimento continuo resogli indifferentemente da tutti, amici e avversari; un modo per mantenerne inconsciamente vivo da un lato il mito e dall’altro lo spauracchio.

La spiegazione della longevità dello scendere in campo ce la dà forse l’attualità. Questa discesa in campo durata quasi un ventennio, forse non poteva essere messa nel cassetto al momento della cessione dello scettro del comando a Mario Monti, perché il 27 ottobre 2012 Berlusconi ha fatto sapere di aver maturato la decisione di non volersi mettere da parte, anzi: dopo la condanna a 4 anni per l’affaire Mediaset e nonostante le sue 76 primavere, intende dar battaglia per far cambiare le leggi italiane in materia di giustizia. Solo 2 giorni prima, in un altro videomessaggio, aveva detto Non ripresenterò la mia candidatura a premier. Ora invece ammette che farà ancora politica, anche senza candidarsi a palazzo Chigi.

Tornando allo scendere in campo, scopro che questa frase, prima del ventennio Berlusconi, era in auge nel ventennio fascista. Ecco cosa si legge in un libro di V elementare del 1939: Il 23 marzo 1919 Benito Mussolini fondò a Milano i Fasci Italiani di Combattimento, raccogliendo intorno a sé gli uomini pronti, sotto la sua guida, a scendere in campo contro i sovversivi ed a salvare l’Italia dal disfacimento.

Scendere: anche alla luce degli scandali che continuano a coinvolgere i politici a tutti i livelli, va detto che mai verbo suona più appropriato parlando di politica. Si potrebbe forse dire salire in campo, salire al Senato o alla Camera, alla giunta o al consiglio regionale? Scendere sta decisamente meglio.

Per chi si fosse perso qualcosa, ecco i video del 1994 e di ottobre 2012.Videomessaggio 26 gennaio 1994 
Videomessaggio 25 ottobre 2012
Videomessaggio 27 ottobre 2012

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...