Il presidente ricco dentro


Il presidente povero (di denaro)

Dove lo trovate un presidente della Repubblica che non si offende se la gente lo chiama semplicemente Pepe? E dov’è nel mondo un altro presidente che dà ai poveri il 90% del suo stipendio? Diogene l’avrebbe cercato col lanternino, trovandolo in Uruguay. E’ lì che vive José Alberto Mujica Cordano, 77 anni, un ex floricultore a capo del Paese latinoamericano dal 1º marzo 2010.

In un’intervista a BBC Mundo, quest’uomo semplice spiega: Dicono che sono un presidente povero, ma in realtà i veri poveri sono quelli che hanno di più, che non ne hanno mai abbastanza, che si mettono in una competizione infinita, e quindi neanche la vita gli dà il tempo necessario

José Mujica e sua moglie Lucía Topolansky (senatrice) continuano a vivere fuori della capitale nella loro casa di sempre e non nel palazzo che gli spetterebbe a Montevideo: lo stipendio presidenziale di 9.400 euro al mese il capo dello Stato se lo è ridotto a 800 euro, per continuare ad essere com’era prima, dice soddisfatto.

Impossibile vivere con soli 9.400 euro al mese – e a maggior ragione con 800 come fa Mujica – direbbero in coro in Italia il ragioniere generale dello Stato che di euro al mese ne guadagna 46.860, il direttore dei Monopoli dello Stato che ne prende 40.000, il presidente dell’Antitrust che porta a casa 39.583 o il direttore dell’Agenzia delle Entrate che deve accontentarsi di 25.333 euro mensili. Eppure si può, pur essendo presidenti della Repubblica. E non si dica che non si può paragonare l’Uruguay all’Italia, già settima potenza mondiale: il presidente Obama ha un mensile di poco più di 26.000 euro, mentre a casa nostra il presidente Napolitano intasca circa 18.000 euro e il premier Monti circa 20.000.

Ma chi è questo presidente più povero del mondo? Nei sette anni di dittatura di Jorge Pacheco Areco (1967- 1972), Mujica era il leader dei guerriglieri Tupamaros, organizzazione radicale marxista ispirata alla rivoluzione castrista e come tale finì per 15 anni in prigione, da cui uscì nel 1985 per tornare a far politica, ma senza più armi.

Il Capo dello Stato uruguayano che gira con un’utilitaria (Chevrolet Corsa) e senza scorta, nel tempo libero che gli lasciano gli impegni pubblici, si dedica a coltivare fiori e orto, e invece di uno stuolo di splendidi cani presidenziali da compagnia, ha al suo fianco Manuela, una cagnolina zoppa. Ma fa anche di più: nullatenente e senza conto corrente, apre ai senzatetto la residenza presidenziale (Palacio Suarez y Reyes). Anche se non vedremo mai barboni sulle panchine del Quirinale, i poveri italiani potranno sempre consolarsi pensando che San Francesco non è nato in Uruguay, ma da noi, nel Belpaese. Solo che ce ne ricordiamo solo il 4 ottobre, il giorno del patrono d’Italia.

Annunci

2 risposte a “Il presidente ricco dentro

  1. Straordinario. Un uomo fuori dal comune. Spero che non abbia mai dovuto uccidere nessuno, neppure nei suoi anni da leader dei guerriglieri. Un giorno vorrei che anche il nostro Paese potesse esprimere uomini di una tale forza morale. Non credo che sia in assoluto impossibile. E’ solo necessario cambiare chi comanda. Ciò che temo attualmente per il nostro Paese è la tentazione di chi non riesce più a governare con la frode e con l’inganno di trasformare questa democrazia (che già per molti versi si denuncia essere solo apparente) in qualche cosa di diverso, di più conforme al vantaggio di chi comanda. Ciao Roby e grazie per la lezione.

    • Dobbiamo essere ottimisti Riccardo. Gente così c’è anche in Italia, solo che si confonde tra i tanti e non sta mai al potere proprio perché non lo cerca. Ci vorrebbero degli iluminati, ma il fatto è che nelle stanze dei bottoni ci vogliono andare solo gli ambiziosi e gli affamati di denaro e potere. Grazie a te Riccardo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...