Ministero o fortino?


Dal Ministero della Giustizia

lacrimogeni sparati sul corteo


Chissà perché, ma quest’immagine del 14 novembre con i lacrimogeni sparati dal Ministero della Giustizia contro il corteo di studenti che manifestavano di sotto, mi ha riportato immediatamente alla mente il 1973 col Palazzo de la Moneda di Santiago del Cile, dentro cui il presidente Salvador Allende era barricato per difendersi dall’attacco dell’esercito golpista del generale Augusto Pinochet. Solo che nel caso di Roma l’edificio governativo non è attaccato da un esercito, ma è da lì che militarmente si attacca. Fortunatamente il ministro Paola Severino, appena appresa la notizia, ha disposto un’indagine interna. E queste immagini non mi sembrano affatto un bel segno, tutt’altro. Il governo che dalla propria sede spara sui manifestanti (anche se non proiettili veri, ma comunque proiettili che possono ferire) non lo trovo affatto sano e con ciò non difendo assolutamente le violenze che alcuni giovani hanno praticato contro gli agenti. Sarà forse una questione di forma, sarà la sproporzione della risposta partita da un edificio dello Stato e non dalla strada dov’era in corso un corpo a corpo, sia pure mai ad armi pari. Di fatto un edificio ministeriale che si trasforma in fortino, perde un po’ la sua dimensione politica e si trasfigura. 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...