Comuni virtuosi


rifiuti3Il sindaco tuttofare

Sommersi dalle tante storie di ordinario arraffamento che coinvolgono amministratori pubblici di Comuni, Province, Regioni, piace segnalare quella singolare di un sindaco virtuoso. Si chiama Giuseppe Remigio Figoni, 60 anni, da tre primo cittadino (Lista Civica Progresso Torlinese contrapposta alla Lista Grillo) di Torlino Vimercati in provincia di Cremona. Il suo è un piccolissimo Comune di appena 5 kmq e 452 abitanti (63 sono stranieri), che presenta un bilancio attivo tanto che ha potuto abbassare l’aliquota dell’IMU. La particolarità però non sta qui, ma nel fatto che il sindaco pensionato svolge abitualmente in prima persona tante mansioni manuali nelle quali i suoi colleghi non si cimentano nemmeno in campagna elettorale davanti alle telecamere: spazza le strade, pulisce il cimitero, fa manutenzione agli argini. Nel febbraio 2010, ad esempio, il sindaco ha effettuato la pulizia e il recupero dei fontanili della Morta; ma interviene anche caricando su un furgone le immondizie ingombranti “dimenticate” nel suo territorio (nella foto). Insomma un buon padre di famiglia, incappato però ugualmente nelle critiche di Legambiente Alto Cremasco per la vicenda di un hangar costruito nel locale campo volo.

Nel bilancio 2011 alla voce spese di rappresentanza si legge che per il 50° anniversario della denominazione del Comune Torlino Vimercati, l’amministrazione ha buttato 198 euro (centonovantotto) per i fiori con cui ha allestito le sale istituzionali; mentre per 4 consulenze di architetti per vari progetti (asfaltature, marciapiedi, opere cimiteriali) ha speso poco più di 7.600 euro. La distanza tra questo lembo di Lombardia e il Consiglio regionale del Lazio sembra di anni luce.

Annunci

4 risposte a “Comuni virtuosi

  1. Gentile Legambiente Circolo Altocremasco (non so a chi personalmente ho il piacere di scrivere). Vi ringrazio per aver contribuito a dare completezza alla notizia; ma non posso non dispiacermi per il vostro titolo: “Una scandalosa lista di bugie!!!”.
    Intanto la genesi di questo articolo, nato da un servizio apparso sul Tg2 in cui si decantavano i risparmi ottenuti dal sindaco in questione, con riprese e interviste nel corso delle quali si diceva che grazie ai suoi risparmi l’Imu era stata abbassata.
    Non essendo mio intento glorificare nessuno, sono andato a cercare in rete (non vivo in Lombardia e nessuno mi ha incaricato di perdere tempo per scavare nei bilanci dei piccoli Comuni italiani, lo faccio per pura curiosità personale) qualche notizia in più. E così ho trovato le critiche al sindaco da parte di Legambiente Circolo Altocremasco che ho citato proprio per indicare che in quell’amministrazione c’erano anche dei lati oscuri; e anche alcune spese “folli” tratte dal bilancio online di Torlino, che mi sono parse curiose per rafforzare la tesi espressa da diversi organi d’informazione circa la parsimonia di questo Comune.
    La “scandalosa lista di bugie!!!” si riferisce forse alla lista delle attività che quel sindaco svolge in prima persona e che ho citato (spazza le strade, pulisce il cimitero, fa manutenzione agli argini)? Ma voi avete perfino allungato quella lista: “Il sindaco costantemente impegnato a potare, pulire, accompagnare, guidare, consegnare e, soprattutto, gongolare…”.
    Ripeto, nessun intento glorificatorio da parte mia, ma solo pacata sottolineatura di un aspetto curioso in controtendenza rispetto ad altri esempi di malversazione: aspetto che peraltro anche voi, seppure con altro tipo di sacrosanto rilievo sociale, avete evidenziato. Credo che di nessun amministratore pubblico il 100% dei cittadini possa parlare soltanto bene o soltanto male. L’intento qui era unicamente di evidenziare un aspetto curioso e, almeno apparentemente, positivo. Non parliamo quindi, per favore, di scandalosa lista di bugie. Semmai di una realtà che, come sempre, ha mille sfaccettature e più chiavi di lettura; anche diametralmente opposte: qui se ne verificava soltanto una. Comunque grazie per l’attenzione e per l’approfondimento fornito.

    • ..parzialmente vero quello che scrive, nel senso che (ops) è finito nel post sul suo blog il commento predisposto per euronews http://it.euronews.com/2012/12/04/sindaco-tuttofare-garantisce-l-imu-piu-bassa-d-italia/ , vera fonte originaria – pare- di quanto poi trasmesso dal TG2..e lì, appunto si dava per certo ed assodato che a Torlino ci fosse l’Imu più bassa del mondo, che tutti fossero felici e contenti e che, certo, Figoni, meritava il terzo mandato (senza precisare che sta lì da trent’anni, dettaglio non trascurabile…se si discute di politica e anti politica, di casta e così via…). Il commento per il suo blog e per altri consimili eccolo qui

      …Non solo demagogia !!!!
      Il sindaco di Torlino Vimercati, nonostante goda per misteriosi motivi di buona stampa, non è solo vanesio e demagogo, ma anche fulgido esempio di cattivo amministratore, di rappresentante degli interessi di pochi a svantaggio della comunità locale. Ne è prova non solo il livello estremamente basso di servizi alla popolazione, ma anche l’incondizionato appoggio dato ad una delle più rilevanti specuilazioni dell’Altocremasco. Uno dei maggiori propietari fondiari della zona, la società Umanitaria di Milano, da lustri cerca di derogare dalle disposizioni testamentarie del vailatese Felice Ferri che donò terreni e cascine all’istituizione ambrosiana affinchè creasse la fondazione agraria ferri per sviluppatre le ricerche agricole e sostenere lo sviluppo rurale. Per statuto e oggetto ssociale il patrimonio pervenuto all’Umanitaria tramite il lascito ferri deve essere detsinato all’agricoltura: la scarsa remuneratività di questa attività ha spinto gli amministratori dell’Umanitaria a cercare altre vie. Anni orsono proposero di trasformare in campi da golf terreni siti nel comune di Vailate: l’operazione fu bloccata dall’intervento della procura di Milano e dalla regione. Nel 2005, il comune di Torlino consentì o addirittura sollecitò l’umanitaria affinchè alcuni fondi siti entor i confini municipalin fossero affittati ad imprese dedite all’esercizio del golf e del volo sportivo. Su suolo agricolo da sempre, ad elevata sensibilità idrogelogica e paesistica attività, fu concesso di costruire immobili in ferro e cemento, strade, servizi ed illuminazione. Ad edificazione ultimata il sindaco, interpellato dalla Provincia in occasione della stesura del pTCP nel 2007, dichiarò che quella vasta area (circa 100 mila mq) era ancora “agricola”. Come tale ha continuato e continua a tassarla ai fini ICI e Imu: che dire?

    • ..parzialmente vero quello che scrive, nel senso che (ops) è finito nel post sul suo blog il commento predisposto per euronews http://it.euronews.com/2012/12/04/sindaco-tuttofare-garantisce-l-imu-piu-bassa-d-italia/ , vera fonte originaria – pare- di quanto poi trasmesso dal TG2..e lì, appunto si dava per certo ed assodato che a Torlino ci fosse l’Imu più bassa del mondo, che tutti fossero felici e contenti e che, certo, Figoni, meritava il terzo mandato (senza precisare che sta lì da trent’anni, dettaglio non trascurabile…se si discute di politica e anti politica, di casta e così via…). Il commento per il suo blog e per altri consimile eccolo qui sotto e…appena riesco lo carico sul blog….

      p. il circolo stefania

  2. ILSINDACO TUTTOFARE? Una scandalosa lista di bugie!!!
    Le aliquote IMU di Torlino sono identiche a quelle del finitimo comune di Pieranica e di innumerevoli altri comuni italiani (basti un giro sui siti web dei comuni del cremasco per il riscontro)
    Figoni è già al suo secondo mandato di sindaco, è stato vicesindaco senza soluzione di continuità per un paio di decenni e vorrebbe tanto avere il terzo mandato: affezionatissimo alla sua sedia del municipio, non vuole proprio abbandonarla (le norme nazionali, per lui sono un optional).
    Il sindaco, stima che il suo lavoro di giardinaggio e di controllo del depuratore abbia fatto risparmiare 200 mila euro alla comunità: se ne deduce che a) il sindaco ha un’elevatissima concezione della propria professionalità b) almeno una decina di persone e di famiglie non hanno avuto un reddito del quale avrebbero potuto fruire se assunti come manovali, anche stagionali, dal comune di Torlino per pulizie, ed altre piccole commissioni svolte personalmente dal primo cittadino.
    Il sindaco costantemente impegnato a potare, pulire, accompagnare, guidare, consegnare e, soprattutto, gongolare, non ha avuto nemmeno un poco di tempo per “amministrare”. Tra l’altro, si è dimenticato di riscuotere somme considerevole di Ici (e IMU): non si è accorto infatti che una vastissima estensione di territorio del suo comune (circa 100 mila mq!) da ben sette anni non è più coltivata a marcita e foraggio, come a tutt’oggi risulta ancora fiscalmente e a catasto, ma è invece edificata, urbanizzata e destinata ad attività sportive e turistiche a fini di lucro. Niente tasse (tante, ben più di 200 mila euro!!!) per questi proprietari che, forse amici o amici degli amici, hanno pure devastato il paesaggio locale, costruendo laddove, a nostro avviso, non si poteva.
    Il sindaco, soddisfatto del suo operato si autocandida come esempio per il Governo centrale: alcuni media gli danno corda e spazio. Verifica e riscontro delle notizie non dovrebbero precedere la loro diffusione? …forse non è solo la politica ad avere delle colpe……
    Legambiente Circolo Altocremasco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...