Segnali non colti


depression2 bild

Hitler e Mussolini, ragazzi spiantati

Hitler, quando aveva 20 anni, viveva a Vienna in una squallida stanzetta. Lo sfrattarono e passò in un’altra stamberga, ma lo cacciarono pure da lì perché non aveva i soldi per l’affitto, finendo così nel dormitorio del pensionato popolare per uomini vicino alla stazione: d’altra parte il ristorante dove mangiava era la mensa dei poveri del convento dei fratelli della carità. Era il 1913. Se il futuro führer ( che prima di diventare capo della Germania fece l’imbianchino ) non se la passava bene, il suo collega futuro duce, come giornalista alle prime armi stava un tantino meglio, ma in ogni caso lasciò dei conti non pagati all’osteria Tre garofani di Trento, dove usava recarsi con gli amici quando faceva ancora lo sfegatato socialista anarchico. E chi erano gli amici di bevute di Mussolini allora venticinquenne? Il famoso Cesare Battisti e la moglie Ernesta Bittanti, entrambi giornalisti del foglio socialista Il popolo, di cui il futuro martire dell’irredentismo era direttore.

La politica dell’arte

Da ragazzi Hitler e Mussolini, oltre alla passione politica, coltivavano hobby artistici: Hitler dipingeva cartoline che cercava a fatica di vendere agli angoli delle strade; Mussolini imparava a suonare il violino. Facile intuire come sarebbe cambiata la vita di noi tutti se qualche filantropo avesse aiutato i due ragazzi a sperimentare meglio quelle arti. Ma la storia aveva in serbo per loro grandi e, purtroppo per milioni di persone, devastanti sorprese.

Benito Mussolini, arrestato il 19 giugno 1903, a 20 anni, dalla polizia di Berna con l'accusa di vagabondaggio e per aver istigato allo sciopero gli operai italiani.

Da galeotti a leader

In comune i due irrequieti ragazzi avevano anche altre esperienze: la galera. Mussolini a 20 anni finisce in carcere ( 12 giorni ) a Berna come agitatore socialista; un anno dopo ( 1904 ) è in carcere a Ginevra ( 7 giorni ) perché girava col permesso di soggiorno falsificato; poi subisce la condanna a un anno per renitenza alla leva; nel 1908 si fa 12 giorni di prigione per minacce a un dirigente del sindacato padronale; dopo due mesi sconta 10 giorni per un comizio non autorizzato; gli austriaci lo mettono in galera a Rovereto nel 1909 per aver diffuso giornali sequestrati e per istigazione alla violenza contro gli Asburgo; e nel 1909 è incarcerato per frasi ingiuriose contro il governo Giolitti e contro la bandiera italiana, che suggerisce di stendere sul letame.

In Germania il discepolo di Mussolini ( Hitler era di 6 anni più giovane ), passa anche lui qualche tempo in carcere ( 9 mesi contro i 5 anni inizialmente comminati ) per aver organizzato, a 34 anni, il push della birreria di Monaco, ossia un tentativo di colpo di Stato. Ma nessuno si scandalizzò per la sua fedina penale e men che meno per il fatto che solo 10 anni prima avesse tentato un golpe: la gente votò e Hitler divenne cancelliere.

15Golpisti: uno diventa premier, l’altro cancelliere

La fedina penale sporca di Mussolini non impedì al re d’Italia di conferirgli, all’età di 38 anni (fu il più giovane capo di governo italiano, di un anno più giovane di Matteo Renzi) l’incarico di formare il 31 ottobre 1922 il suo primo governo. Ancora non era un governo fascista vero e proprio, ma lo diventerà totalmente il 1° luglio 1924: i ministri iscritti al Partito Nazionale Fascista erano infatti inizialmente solo 3, 2 venivano dal Partito Popolare Italiano (la futura DC), 2 da Democrazia Sociale  (liberali di sinistra ), 2 erano liberali, 1 del Partito Nazionalista ( formazione di destra ), 2 militari, 1 indipendente. Insomma oggi  lo chiameremmo un governo di larghe intese spostato a destra, composto da uomini di destra, centrodestra e quella che oggi potrebbe essere una componente del centrosinistra.

hitlervotafig_000

Dittatori votati nei seggi elettorali

In Germania nel 1933 i cittadini decisero così: i due partiti più chiaramente di destra (nazisti e nazionalisti) ottennero il 51,9% delle preferenze, quindi a nulla sarebbe valso a cattolici, comunisti, socialisti e agli altri 6 partiti minori, unirsi tra loro. Ma i cattolici fecero di peggio: sposarono il messaggio di violenza del nazismo unendosi alla maggioranza hitleriana, senza peraltro avere in cambio grandi vantaggi in termini di poltrone. Questa la composizione del governo del neo cancelliere Hitler: oltre ai tanti ministri del Partito Nazionalsocialista dei Lavoratori ( destra ), c’era 1 ministro del Partito Popolare Tedesco Nazionale ( destra ), 1 del Partito del Centro Tedesco ( formazione cattolica ), 1 della formazione paramilitare Der Stahlhelm ( Elmetti d’acciaio, Lega dei soldati del fronte ) e 6 indipendenti.

I governi più stabili della storia europea

Sentiamo tanto decantare governabilità e durata dei governi: quel governo Mussolini rispose a entrambi i requisiti, durando la bellezza di 20 anni, 8 mesi e 25 giorni. Ma anche il governo Hitler fu stabile e duraturo: instaurato nel 1933, durò 12 anni e 3 mesi. Peccato che furono entrambi l’anticamera di due feroci dittature.

La miopia di re, presidenti e cittadini

Il feldmaresciallo presidente della Repubblica di Weimar Paul Hindenburg commise l’identico errore fatto 11 anni prima da re Vittorio Emanuele III: consegnare la nazione nelle mani di un dittatore. Possibile che la storia non insegni mai nulla? Possibile che solo in pochi si spaventarono dei segnali, pure molto evidenti? Sia Mussolini sia Hitler erano di fatto poco meno che terroristi ( propugnavano la violenza e il ribaltamento del sistema ); ma nonostante ciò, democraticamente furono eletti al vertice dei rispettivi Paesi. La gente li votò. Dittatori si diventa col colpo di Stato, ma anche con libere elezioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...