Corea del Nord


North-Korean-leader-Kim-Jong-Un-and-his-wife-Ri-Sol-Ju-1892978

L’acconciatura degli studenti decisa dal partito

Tutti gli studenti maschi coreani (del nord) dei college universitari, dai primi di marzo avranno lo stesso taglio di capelli: simile a quello del loro amato leader Kim Jong- un. Non è una boutade, lo riferisce Radio Free Asia (americana) citando anche alcuni anonimi commenti negativi da parte di coreani, che tra l’altro ricordano come l’acconciatura del loro presidente ricordi molto quella dei contrabbandieri cinesi. Prima di questa novità estetica, non imposta dal dittatore, ma suggerita dal potentissimo Partito dei Lavoratori perché i giovani non seguano le insane mode occidentali, nel Paese c’era una maggior libertà di acconciatura: 18 tipi di tagli erano permessi alle donne e 10 agli uomini. I coreani hanno precisato che il suggerimento, nonostante non sia una legge, dovrà comunque essere rispettato.

7f0be419-a982-434a-945d-de7240a794bfQuella del barbiere in Nord Corea dev’essere una professione redditizia: gli uomini devono tagliare i capelli ogni 15 giorni per non farli crescere più di 5 centimetri, anche se ai vecchi è consentita la misura massima di 7 centimetri. E le donne? Le studentesse, secondo il recente suggerimento del partito, dovranno adeguarsi alla pettinatura della first lady Ri Sol-Ju (nella foto): se sono single possono portare le trecce e diversi tipi di piega; le sposate invece hanno l’obbligo di presentare acconciature meno sbarazzine.

Ma questo, tutto sommato, potrebbe anche passare come l’ennesima “stravaganza” del trentunenne dittatore della Repubblica Popolare Democratica di Corea, eletto col curioso 100% dei voti dai 24 milioni di nordcoreani. Ciò che è molto più grave della mancanza di libertà di acconciatura per i cittadini, e che questo “suggerimento” del partito simboleggia fortemente, è la sistematica violazione dei diritti umani. L’ha recentemente ribadita un rapporto stilato da giuristi internazionali incaricati dall’ONU, citando documentati crimini contro l’umanità perpetrati su larga scala nel regime di Pyongyang.

Nel video la visita del dittatore e di sua moglie, al Palazzo del Sole di Kumsusan, già residenza del padre Kim II sung e oggi mausoleo dei primi due dittatori dell’era socialista. Il dittatore e la moglie passano in rassegna i regali offerti ai loro predecessori dai capi di Stato degli altri paesi.

 

 

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...