Un film che fa riflettere


BG_I bambini sanno trailerI bambini sanno

I bambini sanno molto più di quanto noi adulti crediamo. Sanno perché ascoltano i grandi anche mentre sembrano distratti a giocare, sanno perché sono “spugne” in grado di assorbire conoscenza molto più di noi, sanno perché hanno ancora una forte capacità di recepire gioia, dolore, rimprovero dalle espressioni del volto e dalle inflessioni della voce, sanno provare emozioni così forti che spesso non riescono a ributtarle fuori. Sanno. Chi non sa sono gli adulti che non pensano quanto i propri comportamenti incidano profondamente sulle opinioni e sugli atteggiamenti presenti e futuri dei loro figli. La responsabilità del mondo adulto di accogliere bene i propri figli, dimostra un’incapacità totale: che li si riempia di giocattoli o di punizioni, che li si allevi tra i bombardamenti o in piscine a idromassaggio, che li si metta in una scalcinata scuola pubblica o nel collegio di una città lontana. Perché è l’esempio l’insegnamento principale.

Cosa pensano, cosa sognano, come ci vedono, come si vedono, come sentono la vita i nostri figli, lo mostra molto bene il film I bambini sanno, di Walter Veltroni. Un film in cui 38 bambini italiani (italiani significa nati in Italia), ripresi nelle loro camerette (eleganti, semplici, raffinate, poverissime) si raccontano. Ognuno immerso nella sua storia familiare, nelle sue amicizie e nelle sue solitudini. Dal racconto emergono gli adulti, le religioni, la crisi, le diversità, l’altruismo dei più poveri e molto altro; emerge un’Italia che da Torino arriva a Lampedusa, dall’attico dei quartieri alti di Roma si siede sulla sedia in plastica del campo Rom. I bambini stupiscono. Con la loro ingenuità, i desideri semplici, la capacità di superare le prove della vita che così presto segnano la loro esistenza: e non solo quella del bambino che vive in uno scantinato o di quello che non crede a Babbo Natale perché non gli ha portato nulla nonostante la sua letterina… Si può essere soli anche nel benessere, basta essere più intelligenti degli altri per venire esclusi e soffrire.

Da questi bambini emerge una grande positività, nonostante tutto, nonostante i grandi che loro guardano sempre con enorme fiducia e amore. Si sente che stanno imparando a conoscere gli strumenti che li aiuteranno a crescere.

I bambini sanno è un film che emoziona e per questo tutti dovrebbero vederlo: specie chi prova fastidio per il diverso da sé, chi ha perso il contatto con la propria umanità e considera buoni e belli solo i figli propri… e gli altri che se ne stiano a casa loro, anche se una casa non ce l’hanno. Al termine della “prima” padovana del film questa è la Tempo Perso Band che suona davanti al pubblico del cinema Astra e a Veltroni. Sono i ragazzi delle medie Vittorio (voce e uno degli intervistati del film), Anaïs alle tastiere, Diego alla chitarra e Rocco alla batteria. 20150425_221947

E’ uno spaccato d’Italia che muove molte emozioni importanti: fa sorridere, commuove, fa riflettere su quanto delicato sia allevare un figlio; e fa capire quanto loro abbiano già formato un grande mondo interiore che spesso ci stupisce per la sua profondità. Comunque si muova il genitore sbaglia, e anche questo fa parte della vita. Forse sbaglia meno se si ferma di più ad ascoltare i propri figli invece di seccarsi per i loro errori, per i loro disagi; invece di affidarli alle attenzioni della tv o del cellulare. I bambini sanno, perché da milioni di anni sono progettati per andare avanti, cascasse il mondo. Perché sono il domani della Terra. 

2 risposte a “Un film che fa riflettere

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...