Usa. Forti coi deboli


pistola

1*AVsbHxudsE-eyaQDHgyiww14 poliziotti contro un handicappato

 

Guardando questo video girato da una giornalista di colore il 4 agosto a San Francisco davanti al quartier generale di Twitter, si potrebbe pensare che i cinque agenti che bloccano a terra un nero, circondato al termine delle riprese da 14 poliziotti più alcuni paramedici, hanno finalmente arrestato un pericoloso criminale, o peggio un violento terrorista imbottito di tritolo. E invece no. Nel video che arriva dagli Stati Uniti si assiste all’ennesimo caso di sopraffazione delle forze di polizia nei confronti di un cittadino inerme; e per di più handicappato. La fermezza appare ancora più esagerata quando si vede che l’uomo tenuto a forza con la faccia sull’asfalto e per dieci minuti con i pantaloni abbassati davanti ai passanti, è uno dei tanti cittadini mentalmente instabili che vivono nelle grandi città; e per di più ha una gamba artificiale: nel tentativo di tenerlo fermo i poliziotti gli girano addirittura la protesi in metallo tanto che alla fine il poveretto rimane sempre a terra con i piedi rovesciati. Lo spettacolo indecoroso è stato filmato quasi interamente dalla giornalista Chaédria LaBouvier (in visita a San Francisco per lavoro) che ha continuamente protestato contro l’atteggiamento degli agenti, denunciando poi il loro comportamento col suo video (11 minuti, dei 30 da lei filmati) che ha fatto il giro del mondo. Come racconta nel suo blog https://medium.com/@chaedria , qualcuno aveva chiamato la polizia perché un uomo agitava per strada dei bastoni: all’arrivo degli agenti quello non intendeva consegnare le sue stampelle e quindi è stato buttato a terra nonostante continuava a lamentarsi che gli stavano facendo male. La giovane giornalista racconta che l’uomo temeva che gli agenti gli sparassero, ma i cittadini intorno lo rassicuravano dicendo che non sarebbe successo proprio perché loro stavano filmando la scena con i cellulari. Bloccato a terra il poveretto inutilmente chiedeva perché i poliziotti ce l’avessero così tanto con lui…

Dopo mezz’ora tenuto ammanettato e col sedere in vista, dopo che per la paura si è orinato addosso e ha pianto, dopo che gli hanno girato la gamba sottosopra, è stato portato via legato su una barella e poi rilasciato perché non aveva commesso alcun reato.

screenshot-2015-08-19-at-06-22-05Usa, malati di mente a rischio

Raccontando i dettagli dell’accaduto, la giornalista Chaédria LaBouvier, autrice di diversi articoli per Elle.com, Medium, The Week e tra gli autori di The Maroon Colony (serie web che tratta di una famiglia multirazziale), ricorda che il 58% dei cittadini americani uccisi dalla polizia tra il 2005 e il 2013 erano malati di mente.

Certo, nel mondo succede ben di peggio, ma queste scene fanno male perché mostrano che la violenza del più forte, che nel caso della polizia rappresenta lo Stato, si scarica frequentemente nelle nostre città sui più deboli; anche in palese assenza di un pericolo reale. Forse lo Stato (gli Stati) è così fragile e incapace di rispondere ai bisogni della gente, che conosce quest’unico modo per dimostrare la sua autorevolezza? O forse ci troviamo di fronte a frustrati che indossano una divisa e impugnano pistola o sfollagente per sentirsi davvero qualcuno? Forse sono vere entrambe le cose. Video polizia contro handicappato 

 

3 risposte a “Usa. Forti coi deboli

  1. Qui non sono d’accordo con te. Ma ci sono modi e modi per intervenire. Si può eliminare radicalmente l’”ostacolo” che intralcia il passo ai pedoni e li spaventa, legandolo a terra e umiliandolo più di quanto faccia già per conto suo; e lo si può tenere calmo seduto su una panchina o anche per terra o (se proprio bisogna portarlo via) dentro l’auto della polizia come si farebbe in Italia. Dimmi tu se non pare una scena da kommandos?!

    • ti capisco, ma capisco anche che una polizia che sia una Polizia abbia l’obbligo di determinare regole di comportamento (o d’ingaggio) che siano rigide e non lasciate al libero arbitrio o tutto finirebbe nel caos. se queste regole fossero state applicate e rispettare il minorato psichico di Charleston non avrebbe dovuto avere un fucile. Se quando lo sparatore di Chattanooga si stava avvicinando armato al primo o al secondo centro reclutamento fosse stato abbattuto (come avrebbe dovuto essere) ci sarebbero state manifestazioni di dissenso, ha fatto quello che doveva fare e alcuni Marine sono morti e nessuno protesta, il Governo USA per non ammettere che fra la gente normale, dotta e benestante ci possano essere jihadisti e i benpensanti nostrani perchè ha ammazzato dei Marine. Questo mi piace poco e trovo che faccia parte di un modo di ragionare pre-costruito oggi diffuso. Certo, questi poliziotti si sono lasciati prendere dai nervi o dalla spossatezza di un lavoro che non avrà mai capo né coda, c’era (speriamo casualmente) una giornalista di Elle pronta con il cellulare ed é nato (speriamo casualmente) il servizio. Se i poliziotti fossero stati tutti (anziché la metà) neri e la “vittima” bianca e più evidentemente un reduce (come é) magari con la vecchia divisa addosso forse la notizia non avrebbe girato o avrebbe girato diversamente o qualcuno avrebbe gridato alla “combine”….. l’informazione é una brutta bestia. Lasciai quel settore anche per non vedere le mie foto pubblicate con verità distorte.

  2. il video non mostra tutte le cose che la giornalista racconta, ma questo fa parte di un certo tipo di giornalismo. certamente in polizia, là, qui e ovunque, non ci si arruola in alternativa alle missioni battiste o gesuite, ma per necessità di uno stipendio che spesso non compensa i rischi corsi, se non quando ci si fa ammazzare e questo provoca una frustrazione specialmente in città che hanno sacche di violenza dove chi incontri può dirti buona sera o spararti con la stessa facilità. il problema dei minorati esiste dappertutto, pensiamo solo al minorato che, entrato in una chiesa a Charleston, ha fatto fuoco e regalato un bel servizio a chi sosteneva che al Sud ancora si discrimina come negli anni dopo i due conflitti. La polizia dovrebbe lasciar fare, se uno agita stampelle lasciare che le agiti e se entra in un negozio ogni notte, prende quello che vuole e manda al diavolo il prprietario non dovrebbe intervenire, tanto che gliene viene? articoli come questo. Vale la pena per 20.000$ lordi?

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...