Sesso o amore


Bouguereau - Young Girl Defending Against Eros 1880Chi comanda tra uomo e donna

La schermaglia tra due giovani, con lui che per far l’amore con lei le promette eterno amore e matrimonio e lei (ancora vergine) che vuole resistergli, ci arriva dalla Siracusa di 2.300 anni fa. E’ un dialogo immaginato tra la fanciulla Acrotima e il pretendente Dafni: lei figlia del pastore di capre Menalca e lui figlio di Licida allevatore di tori. La Conversazione intima è contenuta nel libro XXVII degli Idilli del poeta Teocrito di Siracusa (315- 260 a.C.), ritenuto il padre della poesia bucolica che cantava gli amori di giovani pastorelli. Ci permette di vedere come le cose negli ultimi tremila anni, non siano molto cambiate. Foto sopra il titolo: Giovane donna si difende da Eros (William-Adolphe Bouguereau).

Lui cerca di sedurre lei Eco2

Dafni ricorda alla ragazza che Elena di Troia sedusse Paride con un bacio. E lei di rimando: Non ti scaldare, satirello, un bacio, come si dice, non ha alcun valore. Ecco alcuni passi del seguito

DAFNI: C’è un soave godimento anche nei baci pure se sono privi di valore.

FANCIULLA: Io mi lavo la bocca e sputo il bacio.

DAFNI: Tu ti lavi le labbra? Ancora dammele perché ti baci.

FANCIULLA: Buon per te baciare giovenche e non una ragazza vergine.

Lui le ricorda che l’età avanza images

DAFNI: Non ti vantare, passa come un sogno veloce, accanto a te, la gioventù.

FANCIULLA: Se sono dunque divenuta vecchia la mia bevanda è questa: miele e latte.

DAFNI: L’uva sarà uva passa, sarà secca la rosa d’oggi.

FANCIULLA: Metti giù la mano. Ci riprovi? Ti graffierò le labbra.

 

Lui vuol portarla in un luogo riparato dove spera di far sesso con lei Sesso

DAFNI: Vieni sotto le piante d’oleastro perché ti possa dire una parola.

FANCIULLA: Non ci voglio venire: pure prima con parole soavi m’ingannasti.

Lui prova a convincerla attirandola sessualmente

DAFNI: E vieni sotto gli olmi per sentire la mia siringa.

FANCIULLA: Goditela tu non mi diverto affatto col lamento.

 

Anfora greca decorataE più avanti nel racconto…

DAFNI: Tu non sfuggi ad Eros e nessuna ragazza può sfuggirgli.

FANCIULLA: Io gli sfuggo, per Pan, tu invece sempre possa sentire il peso del suo giogo.

DAFNI: Ho paura che voglia darti a un uomo di me peggiore.

La scelta di lei

FANCIULLA: Molti mi volevano, ma nessuno di quelli mi piaceva.

DAFNI: E come un pretendente in mezzo a tanti sono venuto anch’io.

FANCIULLA: Che posso farci, amico mio? Mi angosciano le nozze.

DAFNI: Nelle nozze non c’è dolore o pena, invece si fa danza.

Chi comanda in famiglia?

FANCIULLA: Ma le donne, si dice, hanno paura dei mariti.

DAFNI: Piuttosto li comandano le donne. Di cosa hanno paura?

FANCIULLA: Di soffrire per il parto ho paura. Duro è il colpo d’Ilitia. (la dea del parto, ndr)

DAFNI: Ma non è la tua regina, Artemide, che provoca le doglie?

La bellezza può sfiorire…

FANCIULLA: Ho paura del parto: perderò la mia bellezza.

DAFNI: Ma se avrai dei figli nuova luce vedrai di giovinezza.

vaso2Se ti sposo cosa mi dai in cambio?

FANCIULLA: E che dote mi porti per le nozze, se ti dico di si?

DAFNI: Tutta la mandria puoi avere, tutto il bosco e tutto il pascolo.

FANCIULLA: Giura che dopo non mi lascerai e se non voglio, non te ne andrai via.

DAFNI: No, per Pan in persona, ma neppure se volessi cacciarmi!

FANCIULLA: Ma mi fabbrichi la camera da sposa? E anche la casa e la stalla mi fabbrichi?

DAFNI: Ti fabbrico la camera da sposa e prendo a cura il tuo bel gregge!

FANCIULLA: E al vecchio padre, cosa dirò?

DAFNI: Quando udrà il mio nome non potrà che lodare le tue nozze.

Ma sarà un buon partito?

FANCIULLA: E dimmelo il tuo nome: molte volte fa piacere anche un nome.

DAFNI: Io sono Dafni, Licida è il padre mio, Nomea la madre.

FANCIULLA: Buona famiglia! Ma non son da meno.

DAFNI: Tu sei Acrotima, lo so già e Menalca è il padre tuo.

FANCIULLA: Fammi vedere il bosco e dov’è la tua stalla!

DAFNI: Guarda qui, i miei snelli cipressi come crescono.

FANCIULLA: Andate a pascolare, capre mie, voglio vedere i beni del bovaro.

DAFNI: Andate a fare un buon pascolo, tori, voglio mostrare i boschi alla ragazza.

Poi lui ci prova…

FANCIULLA: Satirello, che fai? Perché mi tocchi dentro la veste il seno?

DAFNI: In primo luogo farò lezione ai teneri tuoi pomi.

FANCIULLA: Per Pan, sono stordita, togli via la tua mano.

DAFNI: Suvvia, cara piccina, hai timore di me? Sei assai paurosa!

FANCIULLA: Mi getti dentro un fosso e fai sporcare il mio vestito bello.

DAFNI: Guarda, getto sotto il tuo peplo un vello delicato.

FANCIULLA: Ahi ahi, la mia cintura! L’hai strappata! Perché l’hai sciolta?

DAFNI: Questo è il primo dono che offro alla Pafia.

FANCIULLA: Aspetta, sciagurato, sta venendo qualcuno, odo un rumore.

DAFNI: Sono i cipressi, parlano tra loro delle tue nozze.

FANCIULLA: Hai fatto la mia veste come uno straccio e sono nuda.

DAFNI: Un’altra te ne darò di veste, anche più ampia.

Persa la verginità, riaffiorano i dubbianimali_grecia_antica_3

FANCIULLA: Dici che tutto mi darai, ma dopo neppure il sale mi vorrai più dare.

DAFNI: E se potessi, sopra metterei anche l’anima mia!

FANCIULLA: Non ti adirare, Artemide, poiché non son fedele alle parole tue.

DAFNI: Farò l’offerta d’una vitella ad Eros e d’una vacca alla stessa Afrodite.

FANCIULLA: Son venuta vergine qui, ma torno a casa donna.

DAFNI: Non più fanciulla e invece donna e madre e nutrice di figli.

In questo modo godendo tra di loro, con i corpi verdi di giovinezza, sussurravano. Facevano l’amore di nascosto. E, rialzatasi, lei tornava a spingere al pascolo il suo gregge ad occhi bassi per la vergogna, mentre il cuore dentro era gioioso, e l’altro se ne andava alla mandria di tori, ben contento di aver fatto l’amore. E tu riprenditi, fortunato pastore, la siringa che ti appartiene ed una volta ancora pensiamo a un altro canto pastorale.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...