Da Berlusconi a Trump


 

 

Non solo prime donne

Essere presidente del Consiglio, si sa, dà un certo prestigio: che uno poi si dovrebbe anche meritare nei fatti… Essere presidente degli Stati Uniti, è ancora più evidente, significa (almeno per il ruolo che quel Paese si è arrogato) essere il numero uno al mondo. Ma il potere temporaneo (a qualsiasi livello lo si consideri) dà automaticamente anche il diritto di comportarsi con maleducazione verso chi si considera inferiore a sé? Dipende dal grado di morale che si è interiorizzata e se questa non basta, dipende dal grado di autocontrollo. La caduta di stile non capita a tutti gli uomini di potere, siano essi premier, amministratori delegati, presentatori di programmi tv; ma quando succede ecco che ci viene spontaneo stigmatizzarlo, perché noi ci sentiamo normali e potenzialmente l’oggetto del loro scherno, dal momento che se loro se la prendono con persone più in vista di noi, a maggior ragione… La grande diffusione di immagini anche in rete ci mette frequentemente alle prese con personaggi, già al top della fama, che si sentono in diritto di comportarsi non solo da prime donne, ma anche villanamente.

Tutti ricorderanno gli esempi di Silvio Berlusconi che, oltre alle corna esibite nella foto ufficiale di un vertice internazionale, obbligò nel 2009 Angela Merkel a una scandalizzante lunga attesa al suo arrivo a un vertice NATO, perché prima doveva finire una telefonata.

E tutti avranno visto il divertente servizio della tv francese su Matteo Renzi che snobbò a più riprese il presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz preferendo controllare il suo smartphone anziché ascoltarlo mentre sedeva al suo stesso tavolo.

Nel vertice di ieri a Bruxelles Donald Trump ha ricordato il Berlusconi dei suoi tempi migliori, quando si arrampicava sui gradini per apparire meno basso nelle foto ufficiali o quando gridava Obama! per ottenere l’attenzione del presidente americano e quindi diventare lui il centro dell’interesse generale. Il Trump in versione europea, broncio di ordinanza, apprestandosi alla foto con i leader europei della NATO e per guadagnare la prima fila, ha letteralmente scansato Dusko Markovic premier del Montenegro, Paese che entrerà nell’Alleanza Atlantica il 5 giugno prossimo.

Era indispensabile? Possibile che gli imprenditori prestati alla politica (soprattutto loro a quanto pare) debbano dare di sé quest’immagine di presunta superiorità? E’ possibile che nessuno (nemmeno il proponente) ascolti il monito del “gentile” Fabio Insinna che vorrebbe un mondo fatto di gente più cortese e rispettosa?

Annunci

Una risposta a “Da Berlusconi a Trump

  1. ci sono presidenti che DEVONO piacere, come Obama, qualsiasi cosa facciano o dicano al di là del fatto che siano quanto di peggio e deleterio un paese potrebbe avere, ed altri che NON devono piacere e scatenano costantemente una ridda di commenti e supposizioni spesso ridicoli. Uno per tutti, le foto anche malamente taroccate di Berlusconi volutamente prese per vere senza nemmeno farsi venire un dubbio o in questo caso la smorfia di Trump letta nel modo che riporti. Non erano allo stadio, se a un delegato non viene data la posizione che gli compete, fa un cenno al suo accompagnatore che chiama il capo del protocollo e gli evidenzia il problema e rimette tutto al posto giusto. non dobbiamo giudicare situazioni che pochi conoscono come un summit internazionale come fossero riunioni condominiali. Nessuno fa a spintoni per essere accanto alla Regina Elisabetta, qui posto è assegnato e deve essere occupato da chi indicato. Le cose vanno così in ogni consesso di persone civili, sia una riunione di docenti universitari una foto di Capi o il varo di una nave

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...