Funerali Genova


Video storici del ponte Morandi

Genova. Ovazione da speranza

Il popolo tributa ovazioni al potere in due soli casi: al dittatore a cui ha ciecamente affidato i suoi sogni di potenza nazionalistica o al governante che incarna un forte senso di giustizia e di riscatto sociale.

I funerali di Genova del 18 agosto 2018, con quei forti applausi generali a due delle più alte cariche del governo, riportano alla mente il segno opposto visto ai funerali di Stato di Rocco Dicillo, Giovanni Falcone, Antonio Montinaro, Francesca Morvillo e Vito Schifani, tenuti a Palermo il 25 maggio 1992 dopo la strage di Capaci. In quell’occasione ci furono spintoni e urla contro le massime cariche dello Stato, presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro compreso.

A Genova invece i vice premier Luigi Di Maio e Matteo Salvini e il ministro delle infrastrutture Danilo Toninelli sono stati accolti da una selva di applausi: accoglienza quasi certamente dovuta non al fascino politico che i due leader (Movimento 5stelle e Lega) e il ministro pentastellato esercitano sui genovesi, ma alle promesse di massimo rigore e di punizione esemplare dei gestori della sicurezza del viadotto Morandi espresse con una forza mai sentita prima in Italia nell’immediatezza della strage annunciata.

Da segnalare comunque che 20 famiglie delle vittime, per protesta contro uno Stato che non ha saputo vigilare sui concessionari di un servizio tanto delicato come i viadotti, hanno scelto di disertare i funerali di Stato preferendo esequie private.

 

Gli spot di Autostrade

Guardare oggi le pubblicità con cui Autostrade per l’Italia ammansiva i suoi contribuenti diretti (noi tutti che ai caselli autostradali paghiamo il pedaggio) con immagini che evocano sicurezza e serenità, suona come una beffa. Una macabra beffa.

 

Pubblicità 2012

 

Ed ecco come nel 2015 Autostrade per l’Italia chiedevano agli italiani di collaborare sottoscrivendo le sue obbligazioni.

Qui, al minuto 25,28, i viadotti di Genova in un filmato storico (1956-66) di Autostrade.

Video inaugurazione ponte Morandi 

Per finire il cinegiornale dell’Istituto Luce del 13 settembre 1967 che testimonia l’inaugurazione del viadotto del Polcevera di Genova da parte del presidente della Repubblica Saragat. Si vedono chiaramente i condomini preesistenti al ponte che gli passa tremendamente a fianco e di sopra.

https://patrimonio.archivioluce.com/luce-web/detail/IL5000027511/2/italia-inaugurato-dal-presidente-saragat-viadotto-del-polcevera.html?startPage=0&jsonVal={%22jsonVal%22:{%22query%22:[%221967%20inaugurazione%20Saragat%22],%22fieldDate%22:%22dataNormal%22,%22_perPage%22:20}}

 

 

 

Annunci

2 risposte a “Funerali Genova

  1. Caro Roberto, siamo ambedue adulti, anzi io sono anche vecchio, cerchiamo di non essere ingenui come il nostro animo gentile vorrebbe. il pubblico a Genova forse è stato selezionato. Hai mai sentito fischiare Mussolini o,in piena democrazia, Berlinguer? il populista avveduto sta solo fra i suoi ‘fedeli’ senò che populista sarebbe?

    • Caro Franco, sorrido. Hai ragione sui grandi populisti con la P maiuscola (dittatori o capi bastone che siano). Non ero a Genova ai funerali, tuttavia credo che stavolta gli italiani abbiano la percezione che qualcosa sta cambiando nel passo della politica. Non so dire se effettivamente in meglio come molti speravano prima del fatidico “bacio” tra i due che si detestavano… Le dichiarazioni (probabilmente avventate) fatte a caldo da tutti i protagonisti in primo piano del governo, sono state di certo le prime che io ricordi in tal senso nella lunga sequela di “incidenti” dovuti all’incuria di progettisti, costruttori, controllori, manutentori, politici di vario grado. Ed è proprio questo che alla gente stanca del “solito andazzo” piace da morire. Se ai proclami seguiranno i fatti, qualcosa cambierà davvero. Poi il resto rimane tutto da vedere… Ma a qualche speranza questi illusi italiani che siamo tutti noi, dobbiamo pure aggrapparci prima di gettare definitivamente la spugna e smettere per sempre di votare.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...