Tentata strage in Italia


Studenti sequestrati nel Milanese

Autista senegalese sequestra 51 studenti di seconda media, ne lega alcuni con le fascette di plastica ai polsi, li minaccia con un coltello e poi dà fuoco al pullman. E’ accaduto oggi a mezzogiorno sulla provinciale Paullese a San Donato Milanese su un mezzo partito dalla scuola media Vailati di Crema.

Il gesto che ha portato al fermo per tentata strage di Ousseynou Sy, 47 anni che vive da anni come cittadino italiano a Crema, qualche precedente per molestie e guida in stato di ebbrezza, separato da un’italiana e padre di due figli, sarebbe stato motivato – a dire dell’attentatore – dalle tante morti nel Mediterraneo. Dava la colpa a Salvini e Di Maio, hanno detto i testimoni, per tanti morti nel Mediterraneo. In particolare un bambino ha raccontato che il senegalese ha minacciato tutti dicendo che se non fossero stati zitti avrebbe dato fuoco al pullman: Lo faccio per vendicare le mie figlie morte in mare, ha detto.

E’ stata uno studente di undici anni a chiamare col cellulare suo padre che hanno fatto intervenire i carabinieri; al loro arrivo l’autista ha speronato tre auto cercando di fuggire mentre i ragazzi scappavano dal pullman dai finestrini prontamente rotti dai militari. A quel punto Sy ha appiccato l’incendio con una tanica di benzina che aveva con sé, rimanendo ustionato a una mano.

Nel racconto degli studenti i fatti sarebbero andati così: prelevati da scuola per recarsi in palestra, l’autista ha cambiato percorso dicendosi intenzionato a portarli a Linate. Qui non scende nessuno avrebbe detto. Video di Massimo Traetta della liberazione degli studenti dal bus.

Annunci

2 risposte a “Tentata strage in Italia

  1. Gli squilibrati sono tali e tali rimangono. Alle volte la loro fantasia viene suggestionata da fatti di cronaca e a tali fatti si appellano nel momento del bisogno o della paura, ma sono menti malate e basta. Così è per l’attentatore di Sidney, così è per questo e per quali altri che sparano a scuola Menti malate che andrebbero prese in tempo e messe sotto cura mentre invece se ne vanno fra la gente impunemente. Questo addirittura guidando un autobus di bambini. Ma il controllo non esiste che dopo le disgrazie?

    • Pare sia l’autista ufficiale dello scuola bus. Me lo chiedo anch’io: ma una volta, prima di consegnare a qualcuno dei bambini, non verificavano che non ci fossero precedenti penali?…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...