Da Martin al Tg5. Per un punto, per una virgola…


Per un punto Martin perse la cappa, recita un celebre detto del XVI secolo. Il punto in questione fu posto dal presunto Martino abate del monastero di Asellum, che mettendolo in un posto sbagliato di una frase le diede un significato diametralmente opposto a quello che intendeva. La frase latina in questione era la seguente: PORTA PATENS ESTO. NULLI CLAUDATUR HONESTO. Come dire: La porta resti aperta. Non sia chiusa a nessun uomo onesto.

Tuttavia spostando il punto dopo il termine NULLI, il significato cambiò diventando: La porta non resti aperta per nessuno. Sia chiusa all’uomo onesto. Il vescovo si infuriò allontanando l’abate dal suo posto.

Come certo si accorsero gli antichi, la storiella, benché ben costruita, non era reale: o per lo meno non esiste un monastero di Asellum (o Asellus o Asello) né in Italia né in Francia, anche perché Asellum in latino significava asino, e questo da solo dovrebbe far intuire che il detto è inventato e si riferisce a chi è asino. Non va dimenticato che gli inventori del mito delle orecchie d’asino e del cappello d’asino con cui sono sempre stati sbeffeggiati gli ignoranti, si perde nella notte dei tempi risalendo al regno di Sargon I (721 – 705 a.C.) e si riferisce al mitico re Mida. Mida un giorno invece che far vincere il dio Apollo in una gara musicale, diede la vittoria a un satiro; offesosi, Apollo gli fece crescere due orecchie d’asino, obbligando il barbiere del re a mettergli sul capo un lungo cappello (il berretto frigio?) per coprire quell’orrore.

L’ultimo esempio di punteggiatura che cambia il senso alla frase, l’ho sentito al Tg5 del mattino il 27 settembre 2021 quando la giornalista, a proposito delle elezioni amministrative italiane, ha letto … Dei candidati alle prese in giro per l’Italia. Mancando la virgola dopo prese ne è sortito un significato decisamente spiritoso (per molti realistico) anche se non voluto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...